viva l'arte

Come dire: qualsiasi cosa faccia Kusturica non deve essere giudicata dal punto di vista artistico, ma solo politico. Il fatto che abbia ricevuto la nomina a membro del Consiglio della corona serba (oltraggio!) e' un dato senza il quale proprio non si puo' giudicare la qualita' artistica della sua versione teatrale del ponte sulla drina. Se si lavora con Kusturica, non si partecipa ad un progetto artistico, ma si "lega la propria immagine a quella dell'entità serba di Bosnia Erzegovina". Il tutto, ovviamente, non perche' la qualita' artisica del progetto possa essere interessante, ma per "far quadrare i conti", e cosi' facendo si viene traditi da chi tenta di "volgere a proprio vantaggio la buona fede" dell'interlocutore. L'indignazione e' ovviamente 'comprensibile' e la gaffe 'non desiderata e imprevista': di cattivo c'e' n'e' uno solo, gli altri sono allocchi. E io che ero andato a pensare che alla fenice gli era proprio piaciuto il progetto di Kusturica, pensa te che stupido...