RISPETTO PER LE VITTIME

essere tolleranti, dice qualcuno; certo, peccato che il primo a non esserlo sia proprio Emir Kusturica, di cui conosciamo bene le idee estremamente nazionaliste e guerrafondaie. Ci vuole rispetto per le vittime delle violenze che ci son state nei Balcani negli anni '90, qui si tende a dimenticare tutto, a mettere tutto sotto il tappeto, con un "ma che vuoi che sia... e poi son passati 20 anni!". Se ci fosse un regista dichiaratamente antisemita e filo-nazista, per quanto bravo, non credo che avrebbe tutti i consensi che ha Kusturica. La memoria ha un'importanza fondamentale, non calpestiamola. No al revisionismo e al negazionismo! Bisogna dare la giusta importanza alle cose, non sempre l'arte è sopra a tutto.