negazionismo di Skroz

No Skroz. Si vuole che anche l'altra parte si assuma le sue responsabilità. E questo non accade. Certo che si dovrebbero almeno elencare tutti i crimini del nazifascismo, tutti i genocidi. Ricordando solo e sempre la Shoà, eternamente i tedeschi devono assumersi le colpe di tutto il mondo. E così la responsabilità comune europea non viene mai assunta da ciascun paese che ha permesso questo orrore. Ciascuno si deve assumere le sue di responsabilità. Amettendo ciascuno le proprie colpe. Nei Balkani solo la Serbia si è assunta le proprie colpe. Nei Balkani questo non è possibile a lungo termine, perchè, appunto, ritorna. Per questo bisogna una buona volta si, proprio livellare. Come sulla bilancia: tu mi hai fatto questo, io ti ho fatto questo. Ora basta. Ora si va avanti perchè i conti sono chiusi. Questo non è relativizzare, questo è crescere e superare. Evidentemente, serve sempre un capro espiatorio collettivo. Ieri ai nazisti lo furono gli ebrei. Oggi ai colonialisti lo sono i serbi. Invece tu fai del negazionismo. No, Tito ci ha obbligati a sopprimere il nostro dolore nel nome della frattelanza ed unità. Più che altro si strumentalizzava il fatto. Esattamente come oggi. Non si aiutavano realmente le vittime. Esattamente come oggi.