Derwishi e Tekke

Caro Luigi non sono del tutto d'accordo. La tolleranza dell'Islam balcani ha basi teologiche forti. Le basi interpretative sono di origine anatolica ed improntate al misticismo, per cui si rifiuta la lettura letterale delle scritture sacre. Ci si orienta ad una lettura metaforica e storica. E' un pò quello che ha fatto il cristianesimo, che ad esempio ha abbandonato il creazionismo letterale (o no?!). Le donne avevano i capelli sciolti e gli uomini bevevano grappa non perchè erano musulmani all'acqua di rose, ma perchè era ritenuto possibile dalla loro religiosità. Infatti il tipo di predicazione islamica nei balcani era "eretica", per così dire, perchè l'eresia nell'Islam non esiste(va). Sul radicalismo dei cristiani sarei tentato di darti ragione, ma poi ri-leggo le dichiarazioni dell'adorabile Amfilohija, o dei preti croati su thompson e fascismo, e allora ci ripenso...