un solo grande Paese multietnico

Sono d'accordo, la Bosnia è sempre stata il cuore geografico e culturale della Yugoslavia, Sarajevo ne era la capitale culturale, la capitale doveva essere in BiH, o a Sarajevo o a Jajce, la città dove nel 1943 "nacque" la Yugoslavia e iniziò la liberazione. Ma è stata la politica sconsiderata di Tudjman, nazionalista e anti-jugoslava, che dai primi anni 70 ha danneggiato i croati stessi e permesso ai dirigenti serbi di ottenere i principali posti di potere. Oggi però le condizioni per ricreare un solo Paese unito e multietnico ci sono, la lezione è stata imparata, gli errori commessi in passato non ripeteranno.