nn c'è peggior sordo...

Aleks, scusa la battuta, ma.. ci fai o ci sei? Rafrad non ha mai auspicato che la Bosnia paghi le colpe di aver distrutto la Jugoslavia (tra l'altro, le colpe maggiori sono di Tudjman e dell'HDZ, non della Bosnia), rileggiti i suoi post, ha semplicemente detto che la Bosnia è la Jugoslavia in piccolo, lo è sempre stata, se c'è nazionalismo e secessionismo in Jugoslavia c'è per forza di cose anche in Bosnia; la fine della Bosnia e la sua divisione è PURTROPPO inevitabile in un contesto nazionalista basato sull'autodeterminazione per etnia. La BiH può esistere solo in un grande Paese laico, multietnico e internazionalista, se ti dà fastidio la parola Jugoslavia perché fa troppo "gauchiste", chiamalo Yugoamerica o Westernslavia, o il Paese delle Libertà. Si, il concetto che cerchiamo di spiegarti è proprio che nessuno è solo vittima o solo carnefice, come spiegato ripetutamente anche da js, le colpe vanno divise almeno equamente. Spero che stavolta tu abbia capito, altrimenti mi scuso, la colpa è mia, evidentemente non riesco a spiegarmi. Saluti laici e internazionalisti.