per jasmina parte 2

Ho visitato spesso la Bosnia e passato tante ore a disquisire con persone delle 3 etnie di tutte le estrazioni sociali,da Banja Luka a Zenica passando per la parte croata di Monstar.Mentirei dicendoti di non avere mai incontrato odio e rancori spesso insanabili ,ma nella maggior parte dei casi ho visto dolore per la perdita di FRATELLI,tristezza dei serbi per i ricordi di quando si andava a far visita ai vicini musulmani nel secondo giorno di Bajram,e nostalgia dei bosgnacchi per l'impossibilità di augurare Buona Pasqua ai vicini ortodossi.Vedi jasmina questa gente è ancora la maggioranza,certo il ricordo del conflitto porta alla voglia di autonomia,ma per questo bastano le due entità attuali.Non c'è bisogno di costringere nessuno a stare insieme bisogna solo farli dialogare;perchè,chiamami pure jugonostalgico ma non bastano alcuni anni di terrbili nefandezze a cancellare 45 anni di UNITà E FRATELLANZA!Il popolo bosniaco la vuole ancora contestualizzata nell autonomia attuale,ma per farlo deve partire dal basso cancellando in toto l'attuale classe politica ultranazionalista,nella maniera dei veri bosniaci e cioè SENZA DISTINZIONI ETNICHE!