negazionismo del genocidio dei serbi anche dopo 70 anni...

Alex, sono terribilmente dispiaciuta per aver scoperto che la mia fiducia sia stata mal riposta. Del tutto sbagliata. Mi mette questo una tristezza ennorme, caro amico che potevi essere. Il nostro dialogo è arrivato qui alla fine. Non posso e non voglio avrere nulla a che fare con un negazionista. Intanto ti mando questo documento, è dal Yad Vashem, forse ti può essere utile, anche se dubito: http://www1.yadvashem.org/odot_pdf/Microsoft%20Word%20-%206358.pdf
Fa molto, moltissimo male dover leggere, dopo 70 anni, ancora questo: "...Jasenovac, dato che fu l'unico campo di concentramento nazifascista dove gli slavi massacrati superano enormemente i numeri riferibili ad altre popolazioni....mio caro, quelli slavi che si chiamano serbi, stanno ancora aspettando un giorno della memoria in Europa, in Italia (che ne porta enormi responsabilità) e nei paesi come la Bosnia e la Croazia. Fra loro ci sono anche i miei antenati ed io non ti permetto di fare il negazionismo ne di dare delle lezioni di morale ne a me ne a nessuno. Somigli tanto a quel prete negazionista che hanno di nuovo scomunicato, sono senza parole. Lo NDH (Croazia e Bosnia), nella seconda guerra mondiale hanno comesso il GENOCIDIO contro i serbi, forse non eri al corrente. Per favore, non ti rivolgere più a me perchè non voglio avere a che fare nulla con chi fa il negazionismo e riduzionismo e insegna agli altri come non lo devono fare. Sono terribilmente delusa e amaregiata.