La lunga strada....Parte2

sevizie e persecuzioni.Credo però che per iniziare la lunga strada del dialogo sia necessario che a tendere la mano per primi siano i musulmani di Bosnia,(può sembrare un controsenso)perchè non può esistere la Bosnia che amano e che in questi forum difendono senza i bosniaci di etnia serba.Per questo i bosgnacchi non devono cadere nella tentazione del voto nazionalista che alimenta la paura perchè sà che non potrebbe controllare una Bosnia unita.I civili serbi portano in loro la vergogna per una colpa non commessa,quelli musulmani la rabbia per un sistema che non colpisce i veri colpevoli.Il futuro della Bosnia è nelle mani del suo popolo(tutto),che dovrà dimostrarsi ancora una volta più forte,per ripartire passo dopo passo.Non dite che è impossibile.Parlate con tutti i bosniaci, e capirete che tanti lo vogliono tra la gente comune ,ma che essi hanno paura del rifiuto e dell'odio della controparte.La storia ricorderà sempre l'invasione subita dalla Bosnia e la pulizia etnica contro i musulmani,ma per creare il futuro c' è bisogno che il popolo bosniaco torni a lavorare unito,sperando un giorno di poter vedere serbi e musulmani stringersi insieme nel ricordo dell'infamia di Srebrenica,un infamia che, anche i serbi devono sentire come un torto subito, perchè essa,li ha separati dai propri fratelli scaricandogli addosso un odio di cui spesso non erano responsabili.