BiH a un bivio?

Concordo con il contenuto dell'articolo del dott. Apuzzo. La BiH è l'unico Paese con doppie istituzioni: un doppio governo, una doppia presidenza, un doppio parlamento. Il risultato di queste divisioni porta, appunto, al conseguente disastro sociale. Se la Republika Srpska ha un tenore di vita, supponiamo, paragonabile a 6 su 10, la Federacija possiede un tenore di vita paragonabile a 9 su 10! Sono erogate 2 diverse pensioni, i prezzi nei negozi contengono visibili differenze (i residenti della Federacija vanno a fare la spesa nella RS o nei loro "corridoi"blunk; c'è una doppia polizia, una doppia dogana...
Credo che Dayton, necessario a quel tempo per fermare il massacro, debba essere considerato ampiamente superato. L'UE potrebbe fare molto di più. Come giustamente sottolinea il dott. Apuzzo, con l'allargamento dell'EU alla Croazia, automaticamente si creerà un cortina più invalicabile con la BiH. I bosniaci torneranno al regime del visto con la Croazia? Immaginiamo quante decine di migliaia di persone premeranno al confine croato. A mio avviso, la BiH è un problema di tutti noi europei, da affrontare con la massima urgenza e con le seguenti priorità:

1. aiutare il Paese a completare la privatizzazione delle industrie pesanti (vero rompicapo per gli amministratori);
2. eliminare il visto d'ingresso verso i Paesi Schengen (vergognosa discriminazione!!!);
3. ammettere la BiH ai tavoli europei, ad esempio, per quanto riguarda l'IT, inserirla nel contesto previsto per i lavo