la musica per avvicinare

Sono incuriosita e piacevolmente colpita visto che mi ritrovo spesso a fare i conti con il rancore dei miei amici belgradesi nei confronti degli altri abitanti dei Balcani.
Croati, kossovari, montenegrini, bosniaci... nelle parole delle persone che conosco sono spesso popoli di cui diffidare, che è meglio non frequentare. Vicini percepiti come scomodi, che hanno usurpato o rubato qualcosa, che hanno ucciso, perennemente in debito con il popolo serbo.
La musica può essere uno strumento molto importante per sfaldare certe posizioni e accorciare le distanze. Un modo per attenuare il rancore che la storia e certa propaganda impongono anche a ragazzi miei coetanei (ho 25 anni). Perchè non c'è libertà quando il passato ti costringe al rancore.