Giusto nei principi?

Vista la mole di competenza sia tecnica sia amministrativo/gestionale richiesta alle organizzazioni, sarebbe giusto che tali compentenze fossero equamente remunerate. Un organizzazione dovrebbe essere considerata no-profit in quanto non spartisce dividendi tra soci, non in quanto con bilancio passivo...
Il cofinanziamento dovrebbe essere semmai un surplus, non un elemento obbligatorio. Questo renderebbe piu' trasparenti i conti e l'approccio, spogliandolo dal buonismo ipocrita e cristianoide che lo avvolge.
La mancanza di volontariato nella ex Yugoslavija e in generale nei paesi ex-comunisti e' sotto gli occhi di tutti: forse potrebbe essere un elemento di riflessioni per I Komunisti nostalgici di Tito, sempre che smettano di trastullarrsi tifando per i dittatori contemporanei, pare che il tratullaggio li impegni molto.