sinistra e comunismo

Alcune considerazioni: ..la prima è sulla definizione di "sinistra", a mio avviso è meno pacifica di quel che si possa credere..ogni volta che si parla di sinistra sarebbe bene, a mio avviso spiegare sinteticamente cosa si intende..credo che l'autore ritenga il rifiuto del nazionalismo come una componente importante della sinistra, ed in questo concordo.
Ritengo comunque che la sinistra (che a mio avviso non coincide con la socialdemocrazia) sia in crisi in tutta Europa, anche in quella occidentale.
Ritengo inoltre che uno dei motivi principali della difficoltà delle sinistre nei paesi dell' est europeo sia dovuta al fatto che questi abbiano avuto governi comunisti. Ovvero governi di destra che si fingevano di sinistra, rendendo, comprensibilmente, la gente più ostica a certi "ideali".
Infine, l'FMI è sicuramente troppo fazioso e sensibile alle esigenze delle grandi imprese occidentali..ma la Jugoslavia è arrivata alla fine degli anni '70 con un sistema economico assolutamente inefficente e con un debito estero immenso, considerando oltretutto che una fetta consistente del PIL derivava dalle rimesse degli emigrati!!!