per Ermir:non generalizare

Hai detto "Si perché in Grecia se non sei ortodosso non vali niente , la carriera te la sogni, chiesa e stato sono uno......non importa se sei siriano, peruviano mongolo, somalo o addirittura tanto odiato turco o albanese , basta convertirsi all'ortodossia e diventi 100% greco diretto discendente di Platone.....". Io sono ateo greco è ti assicuro che non ho nessun problema! Come sai, ormai anche alla carta di identita NON c'e' la "religione", e nessuno puo o vuole verificare la "cristianità" della gente. Per quanto riguarda Platone ci pensano i filosofi o i "dodecatheistes", mica i frati greci.... E come ha detto il piu grande filosofo del 20 secolo, "Ellenismo (quello vero) e Cristianesimo (intendo la chiesa) è come un Ferro di Legno". Non c'entrano niente! Ma questo è un/il problema interno, dei greci e della loro autodeterminazione nella storia. Comportati bene e non avrai nessun problema. E se non sei contento (come io) con la democrazia neo-ellenica potresti provare altre "democrazie europee" per esempio.....Danimarca che PER LEGGE il polizioto alla frontiera ha il diritto "solo guardando la faccia e il comportamento!" di accettare o no come "degno", qualunque vuole entrare nello stato!!! Per non cittare altri casi......