Attenzione a Vuk Hamovic "l'uomo d'affari"

Non è chiara l'origine della sua ricchezza. Durante le sanzioni sul conto del suo padre Rade Hamovic (ex capo di stato maggiore jugoslavo v. http://sr.wikipedia.org/sr/%D0%A0...D0%B0%D0%BC%D0%BE%D0%B2%D0%B8%D1%9B) sono apparsi 500 milioni di dollari (rumore dice dai fondi statali, v. http://dijaspora.wordpress.com/2010/11/18/upropastitelji-srbije/). La Serbia nel 2001 ha avuto la donazione dall'UE e l'USA per investire nel sistema energetico e la possibilità di comprare la corrente a prezzo agevolato. D'estate la Serbia aveva l'energia sufficiente, ma continua a comprare l'energia a prezzo agevolato della donazione. L'eccesso viene venduto a Vuk Hamovic (che a sua volta vende tutto a prezzo del mercato alla Grecia, l'Albania e Kosovo). Nel 2002 il parlamento serbo forma la commissione parlamentare e l'inchiesta parlamentare viene trasmessa in diretta televisiva. Il report ufficiale della commissione parlamentare registra molti problemi, però tutto si ferma lì.