@ Sony

Scusa se mi permetto d'intervenire nella vostra discussione. Se parli di partner credo intendi persone adulte (ultraventenni di certo o oltre) che si trovano con l'idea di costruire una vita assieme. Di solito si da per scontato che nessuno dei due sia vergine, quando si arriva a questo punto. Se questo fatto non e' considerato sano, normale e scontato, allora forse siamo di fronte ad una cultura retrogada e maschilista, che vede la sposa come proprieta' dello sposo. A quel punto non si tratta di amore tra adulti consapevoli. Ricorda piuttosto il contadino che sta comprando la vacca e pretende delle caratteristiche fisiche precise...
Arrivare vergini al matrimonio per motivi religiosi non deve essere una cosa da discriminare o considerare anormale: fare scelte consapevoli per ragioni anche religiose e' comunque ammirevole.
Pero'fare all'amore tr ia 15 e i 18 anni non e' strano, e' la bellezza della vita. Basta un po' di consapevolezza, di amor di se e una educazione sessuale ben fatta.