Sul Mar Nero in Romania (Camil Tulcan/flickr)

Negli ultimi dieci anni i romeni hanno cambiato il modo di andare in vacanza. Meno autobus e più areo e auto personale, spariscono gli alberghi a una stella e si opta per l'all inclusive. Tra le mete estere in testa c'è la Grecia

23/07/2015 -  Mihaela Iordache

Un terzo dei romeni, secondo un recente sondaggio dell'Istituto Romeno per la Valutazione e la Strategia (IRES), farà perlomeno qualche giorno via da casa durante l'estate. Tra questi il 42% preferisce vacanze all inclusive. Più della metà di chi preferisce l'all inclusive rimane a trascorrere le ferie nelle località turistiche in Romania, gli altri scelgono di andare all’estero. In questo caso le mete preferite, secondo lo stesso studio, sono la Turchia (22%), la Grecia (14%) e la Spagna 12%. I romeni viaggiano volentieri per le vacanze anche in Italia e in Germania.

Se si tratta di rilassarsi al mare, le isole greche Zacinto, Rodi e Corfù hanno conquistato senza dubbio il cuore dei romeni. Alle meraviglie greche seguono la turca Antalya e la spagnola Maiorca.

Secondo i responsabili del portale Paravion.ro – specializzato nella vendita di biglietti aerei on-line – i romeni intenzionati a trascorrere le loro vacanze sulle rive del Mediterraneo – nei mesi di luglio e agosto - sono disposti a pagare tra i 700-800 euro a persona per 7 giorni. Remus Visan, direttore di Paravion.ro, ha spiegato alla stampa romena che quest'anno i turisti non hanno rinunciato alle loro vacanze ma mostrano un atteggiamento più maturo e responsabile: “Sono più attenti al rapporto qualità/prezzo quando scelgono dove e come trascorrere le loro vacanze”. A suo avviso inoltre preferiscono acquistare pacchetti comprensivi di tutti i servizi e che non necessitano ulteriori esborsi.

Dove e come?

Dal suo canto Adrian Voican, direttore generale di „Bibi Touring” e presidente della commissione di marketing dell’Associazione Nazionale delle Agenzie di Turismo (ANAT), ha commissionato un sondaggio utile per l’elaborazione delle strategie nel settore.

Da quest'ultimo emerge che "il turista romeno" negli ultimi 10 anni, ha rivolto sempre più lo sguardo verso l'estero: secondo l’agenzia stampa Agerpress che cita lo studio, la percentuale dei romeni che preferisce le vacanze all’estero è aumentata dal 9% del 2004 al 24% del 2014.

Ancora di più è cresciuto il numero di romeni che amano le vacanze miste: cioè sia in patria che all’estero. In questo caso si è passati dallo 0,2% del 2004 al 5,4% del 2014. ”E' una tendenza promettente e crediamo che continuerà a crescere, grazie al profilo del turista romeno, desideroso del nuovo, ma anche tradizionalista”, chiosa Voican.

Intanto scompare la richiesta degli alberghi ad una stella e si triplica l’opzione per alberghi di 4 e 5 stelle. Inoltre sono sempre di più i romeni che preferiscono come mezzo di trasporto l’aereo (55%) rispetto al solo 21% di dieci anni fa. Con la propria auto preferisce viaggiare il 28% degli intervistati, quasi il doppio rispetto a quanti la usavano nel 2005 (15%). Da questo quadro risulta un'evidente diminuzione di chi sceglie come mezzo di trasporto per le vacanze l'autobus, solo il 16% quest’anno rispetto al 25% di 10 anni fa.

La Grecia

Elena è una romena che sta per andare in vacanza in Grecia con tutta la famiglia. Mi spiega che non si preoccupa affatto per la crisi. Ama la Grecia e l’ospitalità dei greci e, come migliaia di altri romeni, questa è una delle destinazioni preferite da qualche anno a questa parte. Elena, i suoi due bambini (di 8 e 13 anni) e il marito partiranno da Bucarest per la Grecia con la propria auto. Fino a Thassos, loro destinazione, sono solo 550 km. Il budget per 7 notti non dovrebbe superare i 1500 euro.

Negli ultimi anni i romeni avevano preso d’assalto anche il non lontano litorale bulgaro del Mar Nero, in molti sostituendolo al litorale romeno diventato o troppo caro oppure fatiscente, con molte strutture che non sono state riammodernate.

La Grecia sta comunque attirando sempre più turisti grazie alle sue bellezze e ai prezzi più bassi. Alla luce degli ultimi eventi il ministero degli Esteri romeno ha comunque consigliato ai turisti che si recano in questo paese di avere sufficienti soldi in contanti, mentre agenzie di turismo non esitano a ricordare di portare con sé scorte di medicine e assicurazioni mediche. Secondo la televisione pubblica romena (TVR) circa 500.000 romeni hanno scelto quest’anno di passare le proprie vacanze estive in Grecia.


Quest’anno OBCT festeggia 20 anni. Aiutaci a continuare il nostro cammino, rimani vicino alla nostra comunità di cui fanno parte corrispondenti, attivisti della società civile, ricercatori universitari, studenti, viaggiatori, curiosi e tutti i nostri lettori. Abbonati a OBCT!

I commenti, nel limite del possibile, vengono vagliati dal nostro staff prima di essere resi pubblici. Il tempo necessario per questa operazione può essere variabile. Vai alla nostra policy

blog comments powered by