Tutte le notizie

Kosovo: un altro omicidio eccellente

16/04/2005 -  Anonymous User

Sull'autostrada tra Pec e Decani resta sotto i colpi di sicari Enver Haradinaj, fratello dell'ex primo ministro del Kosovo. Un omicidio che lascia sconcertato il Kosovo. Dall'UNMIK inviti alla calma

Nord Albania, povero e sofferente

15/04/2005 -  Indrit Maraku

La cronaca riporta con forza l'attenzione dell'opinione pubblica sull'Albania settentrionale, un'area ancora sganciata dalle istituzioni e dallo Stato, ostaggio della povertà, di egoismi politici e della criminalità

La nuova legge turca

15/04/2005 -  Fabio Salomoni Ankara

Critiche di giornalisti e rappresentanti della società civile spingono il Premier Erdogan a rinviare l'entrata in vigore del nuovo Codice Penale e di Procedura Penale. La Turchia lascia la tradizione giuridica italiana - Codici Zanardelli e Rocco - per avvicinarsi a quella tedesca

Oltre Dayton

15/04/2005 -  Andrea Rossini

Presentata a Sarajevo la conferenza internazionale sul decennale di Dayton. L'appuntamento, organizzato dalla Associazione BiH 2005, originale luogo di incontro di esperienze provenienti dal mondo della cultura, della politica e della società civile bosniaca ed europea, si terrà a Ginevra il prossimo ottobre

Kosovo: status ansiogeno

14/04/2005 -  Anonymous User

L'indipendenza non è l'unica soluzione possibile. Tutt'altro. Un editoriale sull'avvicinarsi, in Kosovo, dei negoziati che andranno a definire lo status finale della provincia. Un invito a trovare una soluzione che accolga, almeno in parte, le aspirazioni di tutte la parti in causa

Romania e UE, sempre più vicine

14/04/2005 -  Mihaela Iordache

Semaforo verde da Bruxelles all'adesione di Romania e Bulgaria. Dopo dieci anni di cammino i rumeni vedono l'Europa sempre più vicina. E la vedono sempre meglio: con tutte le sue complessità, senza illudersi che dall'UE possa arrivare la soluzione a tutti i loro problemi

Srebrenica, la memoria e il dolore

14/04/2005 -  Andrea RossiniLuka Zanoni

Una donna, Hanija M., sopravvissuta alla strage di Srebrenica, ci accompagna al Centro di Identificazione delle Persone Scomparse di Tuzla e a Potocari, presso il Memoriale e i luoghi dove dieci anni fa sono avvenuti i massacri. Le sue parole e i suoi ricordi, tra rabbia e emozione

Perchè i veterani di guerra croati si suicidano?

13/04/2005 -  Drago Hedl Osijek

Sono 1.370 i reduci suicidatisi in Croazia dalla fine della guerra. Il trauma, le difficoltà economiche, la frustrazione degli ideali tra le ragioni dell'epidemia di suicidi, che spesso avvengono in forma di aperta protesta. Tra strumentalizzazione politica e impostori, lo stato di un'emergenza nazionale

Circo umanitario e cooperazione comunitaria

13/04/2005 -  Michele Nardelli

Un articolo a firma Osservatorio sui Balcani pubblicato nelle scorse settimane sul secondo numero di Communitas, mensile di approfondimento promosso da Vita. Tra le pieghe e le piaghe dell'umanitario ...

Un'antropologa alla ricerca degli scomparsi

12/04/2005 -  Andrea Rossini

Laura Yazedjian, antropologa canadese, da tre anni lavora a Tuzla per la Commissione Internazionale Persone Scomparse. Il suo lavoro consiste nel verificare che i dati raccolti tramite le analisi del Dna e le altre informazioni siano coerenti con il caso in esame, per poter arrivare all'identificazione finale

I diabolici pelati della Croazia

12/04/2005 -  Anonymous User

Gli skinheads in Croazia si confondono con la destra radicale nazionalista e patriottarda. Sono dei disadattati, spesso figli maltrattati e giovani socialmente emarginati. Le collusioni con la polizia, le simpatie dei media e l'impreparazione della magistratura in questa inchiesta di Feral Tribune

Profughi in Serbia: ultimo censimento?

12/04/2005 -  Ilija Petronijević Kraljevo

Nell'arco degli ultimi quattro anni il numero dei profughi in Serbia è diminuito considerevolmente. Un recente incontro tra i rappresentanti delle ex repubbliche jugoslave sembra gettare le basi per una soluzione definitiva della questione dei profughi

Turchia: la lotta della Seka

11/04/2005 -  Fabio Salomoni Ankara

La lunga lotta dei lavoratori della Seka, industria statale della cellulosa, simbolo delle contraddizioni della rivoluzione liberista intrapresa dalla Turchia a partire dagli anni '80. Il governo evita la soluzione di forza e sceglie il compromesso. La fabbrica diventerà un parco pubblico

Unione Serbia e Montenegro, avanti a piccoli passi

11/04/2005 -  Jadranka Gilić Podgorica

L'Unione delle due repubbliche ha finalmente sbloccato i lavori del parlamento, con l'approvazione dei nuovi emendamenti. Un ulteriore passo avanti verso lo studio di fattibilità. La UE però frena sul referendum per l'indipendenza del Montenegro

Kosovo: chi parla? Rischia la vita

11/04/2005 -  Anonymous User

Chi decide di testimoniare all'Aja rischia la propria vita. Non è una novità per quanto riguarda la ex Jugoslavia ma nei processi in merito a crimini commessi da ex membri dell'UCK il problema sembra ancora più grave. Un articolo tratto da IWPR

Gli scomparsi di Srebrenica

08/04/2005 -  Andrea RossiniLuka Zanoni

Intervista con Zlatan Sabanovic, responsabile di progetto della Commissione Internazionale per le Persone Scomparse (ICMP) a Tuzla. Il suo laboratorio è incaricato del lavoro di identificazione delle vittime della strage del luglio '95 a Srebrenica

Ecologia in Serbia: uomo e natura senza difese

08/04/2005 -  Anonymous User

Le leggi sulla protezione dell'ambiente in Serbia esistono, ma non vengono applicate. I servizi di controllo mancano di mezzi e sono facilmente corruttibili, la polizia e la giustizia non mostrano alcun interesse per questi temi... In tali condizioni, il peggio può verificarsi in qualsiasi momento

Macedonia: Boskovski si dichiara non colpevole

08/04/2005 -  Risto Karajkov

Si è presentato davanti alla corte ostentando sicurezza. Si tratterà di un procedimento breve, perché nel mio caso, non c'è alcun caso, le sue parole. Ljube Boskovski è accusato di crimini commessi nel 2001, ai tempi dei sanguinosi scontri che hanno fatto tremare la Macedonia. Ed anche quest'ultima - come altri Paesi dell'area - guarda all'Aja con sospetto

Bosnia Erzegovina: bandire i Bonn Powers?

07/04/2005 -  Anonymous User

Un abuso di potere o un atto condivisibile e a favore della stabilità in Bosnia? La recente rimozione dal proprio incarico di Dragan Covic, membro croato della presidenza tripartita della Bosnia, da parte dell'Alto Rappresentante Paddy Ashdown sta causando un acceso dibattito. Si ritorna a parlare dei cosiddetti Bonn Powers e del loro utilizzo

Karol Wojtyla, il cordoglio degli ortodossi

07/04/2005 -  Jadranka Gilić Podgorica

Benché lo avesse desiderato, Giovanni Paolo II non fu mai invitato ufficialmente a Belgrado. Nel corso degli anni, però, ci sono stati dei progressivi avvicinamenti tra le due chiese, ed oggi l'ortodossia serba lo ricorda come il Papa dell'ecumenismo