Media

Dopo l'offensiva di terra la Turchia fa piazza pulita delle voci critiche

14/10/2019

All'indomani dell'operazione militare nel nord della Siria, chiamata dalle autorità Peace Spring, “Primavera di pace”, la Turchia stringe la morsa del controllo sui media e sull'opposizione. Una morsa che da qualche giorno colpisce giornalisti, emittenti, utenti dei social media e politici di opposizione.

Libertà di stampa in Turchia: anche la voce di Obct/Cci si fa sentire all'ONU

18/09/2019

OBCT, unico soggetto italiano, è tra i tredici firmatari di un appello che oggi, a Ginevra, è stato letto in occasione della 42esima sessione del Consiglio diritti umani delle Nazioni Unite, organo sussidiario dell'Assemblea generale composto da 47 Stati membri. La portavoce di Article 19, uno dei soggetti internazionali più attivi nella difesa della libertà di stampa, ha letto il testo sottoscritto da 13 organizzazioni impegnate in attività di ricerca, monitoraggio e supporto anche legale ai giornalisti minacciati, dalla Federazione Europea dei giornalisti a PEN, da Index on Censorship all'ECPMF, partner di OBCT in diversi progetti sulla libertà dei media. Ai delegati ONU è giunta quindi anche la voce di OBCT che da anni denuncia la difficile situazione dei diritti umani in Turchia.

48 domande per raccontare l'Europa con i dati

10/09/2019

Una battuta ricorrente nelle redazioni giornalistiche recita più o meno così: “Non ho scelto questo mestiere per occuparmi di matematica”. Da circa dieci anni, però, le maggiori testate giornalistiche internazionali hanno iniziato a fare ‘giornalismo di dati’ (data-journalism) per raccontare la società e le istituzioni cercando, in questo modo, di offrire una descrizione della realtà più approfondita ed efficace.

La CEDU accelera sul caso della censura di Wikipedia in Turchia

24/07/2019

La Corte europea dei diritti dell'uomo ha deciso di dare la priorità ad un caso portato avanti dalla Wikimedia Foundation contro il blocco di Wikipedia in Turchia

Turchia, il rapporto di un think tank prende di mira i corrispondenti dei media internazionali

10/07/2019

OBC Transeuropa e altre 20 Organizzazioni impegnate nella difesa della libertà di espressione e dei diritti umani condannano il report di un think-tank turco filogovernativo, il quale accusa i maggiori media internazionali di faziosità nei confronti del governo, prendendo di mira i corrispondenti di quest’ultimi. Per le organizzazioni, questo report rappresenta una pericolosa escalation delle vessazioni nei confronti dei giornalisti del paese.

Libertà dei media, la Serbia come l’Ungheria

06/06/2019

Secondo il recente rapporto di Freedom House si registra un trend negativo della libertà dei media a livello mondiale nell’ultimo decennio.

Grecia: una bomba distrugge l'auto della giornalista Mina Karamitrou

16/05/2019

Nella notte del 14 maggio una bomba ha fatto esplodere la macchina della giornalista Mina Karamitrou sotto la sua abitazione, senza causare feriti.

Libertà di informazione: sempre più giù

19/04/2019

L'indice 2019 di Reporters senza frontiere mostra alcuni significativi peggioramenti. Anche in aree da cui ci si aspetterebbero situazioni meno problematiche. E nel Sud Est Europa si fanno notare - in negativo - Serbia e Ungheria

Turchia: confermate in appello 7 condanne nel processo Cumhuriyet

20/02/2019

Una di corte d’appello turca martedì scorso ha confermato nell’ambito del processo Cumhuriyet condanne per 13 persone, tra cui ex giornalisti e dirigenti del quotidiano turco. Il caso è stato considerato fin dall’inizio un tentativo di limitare la libertà di espressione di un giornale laico e critico nei confronti del governo turco.

Mostar: in memoria dei tre giornalisti Rai

25/01/2019

Il 28 gennaio 1994 tre giornalisti della Rai di Trieste, Marco Luchetta, Dario D'Angelo e Alessandro Ota erano arrivati Mostar est per realizzare un reportage sui bambini vittime della guerra in ex-Jugoslavia. Una granata li colpì davanti a un rifugio mentre intervenivano per salvare un bambino. Anche quest'anno si svolgerà a Mostar una commemorazione in loro ricordo.

Un contest sulla libertà di stampa su Wikipedia: al via la seconda edizione

10/10/2018

A partire da oggi, 10 ottobre, e fino al 30 novembre 2018 gli utenti di Wikipedia potranno partecipare alla seconda edizione del Wiki4MediaFreedom contest.

Bulgaria, uccisa la conduttrice TV Viktoria Marinova

08/10/2018

Polizia e procura di Ruse, città Bulgara sul Danubio, lavorano “a tutte piste” per risalire all'assassino di Viktoria Marinova, conduttrice e direttrice amministrativa della tv locale TVN, il cui corpo senza vita è stato rinvenuto sulle rive del grande fiume sabato 6 ottobre

And the Winner is: i vincitori del concorso Wiki4MediaFreedom

27/07/2018

Si è concluso il 15 luglio scorso il concorso Wiki4MediaFreedom che ha chiamato a raccolta wikipediani e wikipediane di diverse edizioni linguistiche dell'enciclopedia libera per tradurre e migliorare le voci sulla libertà di stampa in Wikipedia.

Omicidio Rocchelli: oggi a Pavia la prima udienza pubblica

06/07/2018

Si apre oggi al Tribunale di Pavia la prima udienza pubblica del processo per l'assassinio del fotoreporter Andrea Rocchelli, ucciso inseme all'attivista russo Andrej Mironov in Ucraina. Accanto ai familiari, saranno presenti rappresentanti della Federazione nazionale della Stampa e dell'Associazione Lombarda dei Giornalistiche che si sono costituite parte civile.

Montenegro: rimossa la direttrice della Tv pubblica

08/06/2018

L’emittente pubblica montenegrina (Radiotelevizija Crne Gore, RTCG) è di nuovo in allarme per la politicizzazione del servizio pubblico nel paese in seguito al licenziamento della direttrice generale, Andrijana Kadija.

Free Media Award 2018 a Chai Khana

08/06/2018

Chai Khana , partner di OBCT si è aggiudicato il Free Media Award 2018, prestigioso premio conferito dalla Fondazione Fritt Ord e dalla ZEIT-Stiftung.

Ucraina, Arkady Babchenko è vivo

31/05/2018

Con un colpo di scena degno dei migliori film gialli, il reporter di guerra russo Arkady Babchenko, dato per morto ieri a Kiev da tutti i media ucraini e internazionali (OBCT compreso) si è presentato, vivo e vegeto, ad una conferenza stampa dei servizi di sicurezza ucraini.

"Ci manchi, Turchia"

12/03/2018

“Ci manchi, Turchia”. Si legge questo nei numerosi post condivisi sui social network in risposta alla campagna contro il blocco di Wikipedia in Turchia lanciata lo scorso 5 marzo dalla Wikimedia Foundation, l’organizzazione no profit che gestisce i server della famosa enciclopedia online.

Newsocracy: chi controlla i media in Europa?

29/01/2018

Controlliamo l’etichetta del cibo che compriamo, ma abbiamo la stessa cura nel verificare chi finanzia i nostri mezzi d’informazione? E’ questa una delle provocatorie domande con cui, in un video, viene lanciata la conferenza “Newsocracy” che si terrà domani 30 gennaio a Madrid.

Uniti contro minacce e censura: i giornalisti della regione sostengono Dragan Janjić

25/01/2018

Dragan Janjić, corrispondente di OBCT dalla Serbia e caporedattore di Beta (tra le principali agenzie di stampa indipendente del paese), è stato preso di mira nei giorni scorsi da una campagna diffamatoria che lo accusa di essere un “nemico della Serbia”.

Addio a Predrag Lucić, un grande giornalista

11/01/2018

"Un giornalista senza macchie, un satirico senza rivali, un santo senza religione – questo era Predrag Lucić". Apre così l'articolo del quotidiano croato Novi List in memoria di questo grande giornalista morto ieri, 10 gennaio, all'età di 53 anni dopo una lunga malattia.

Jasna Babić, una grande giornalista

06/11/2017

L'Associazione croata dei giornalisti (HND) ha organizzato per oggi, 6 novembre, una commemorazione in ricordo di Jasna Babić. Tra le più rinomate giornaliste d'inchiesta nel paese è morta il 31 ottobre scorso dopo una lunga malattia.

Impunità dei crimini contro i giornalisti, una scelta politica?

02/11/2017

696 è il numero esatto di professionisti dell’informazione uccisi dal 2007 ad oggi nel mondo, secondo i dati raccolti dal Comitato per la Protezione dei Giornalisti (CPJ) .

Sfide europee: difendere il giornalismo, proteggere gli informatori

10/10/2017

"Difendere giornalisti in pericolo: solidarietà, sostegno e protezione”. Questi il titolo e i temi della conferenza che l’European Centre for Press and Media Freedom (ECPMF) – consorzio di cui OBCTranseuropa è membro fondatore – ha organizzato a Lipsia il 5 ottobre scorso. Un’occasione di confronto internazionale su una tematica senza confini qual è la libertà d’espressione al tempo di internet.

Ucraina: giustizia negata per l'omicidio di Pavel Sheremet

18/07/2017

A un anno dall'assassinio del giornalista Pavel Sheremet, le indagini giudiziarie sul caso languono, ma i colleghi della vittima non demordono.

Ciao, Costas

15/06/2017

Lo scorso martedì, la Grecia ha perso un giornalista coraggioso e un cittadino combattivo. Se n'è andato per un arresto cardiaco, a soli 42 anni, il giornalista greco Costas Efimeros. Fondatore e instancabile animatore del portale di informazione ThePressProject , Costas aveva collaborato con OBCT al progetto sulla libertà dei media.

Wikipedia inaccessibile in Turchia

02/05/2017

Da sabato 29 aprile gli utenti che cercano di connettersi a Wikipedia dalla Turchia trovano il sito inaccessibile accompagnato da un messaggio di errore.

Il “pulitzer” europeo al giornalismo investigativo serbo

21/04/2017

Non se lo aspettavano, i nomi dei finalisti erano importanti, dalla Süddeutsche Zeitung, nel gruppo dei Panama papers, al Financial Times. Tuttavia l’edizione di quest’anno del prestigioso European press prize, per la prima volta, è stata assegnata ad un media balcanico

Novine: una serie TV sui retroscena del giornalismo in Croazia

17/10/2016

Domenica 16 ottobre la rete principale della televisione pubblica croata (HRT1) ha trasmesso il primo episodio di Novine, attesa serie tv croata incentrata sulle vicende di un importante quotidiano croato tra pressioni politiche, corruzione e potentati economici.

Joost Lagendijk, bloccato all’aeroporto di Istanbul

26/09/2016

Impedito l’ingresso in Turchia all’ex europarlamentare verde, docente e editorialista per la stampa turca. Residente da anni a Istanbul e sposato con una giornalista turca