Tribunale dell'Aja

Karadžić e Šešelj: il passato a giudizio

07/04/2016 -  Andrea Oskari Rossini Sarajevo

La giustizia internazionale e le relazioni nella regione all'indomani delle sentenze Karadžić e Šešelj. Intervista a Eric Gordy*

Processo Šešelj: il dissenso di una giudice

05/04/2016 -  Andrea Oskari Rossini Sarajevo

La giudice italiana Flavia Lattanzi, uno dei tre componenti del collegio giudicante nel processo a Vojislav Šešelj, spiega la sua contrarietà alla sentenza. Intervista

29 marzo 2016

Oltre 100 organizzazioni, singoli giornalisti e attivisti per i diritti umani hanno firmato una petizione che richiede l'immediata liberazione di Florence Hartmann, arrestata dagli agenti del Tribunale Penale per l'ex Jugoslavia (TPJ) giovedì scorso all'Aja.


Karadžić: la sentenza

23/03/2016 -  Andrea Oskari Rossini Sarajevo

Domani pomeriggio i giudici del Tribunale Penale Internazionale dell'Aja per l'ex Jugoslavia leggeranno la sentenza di primo grado a carico di Radovan Karadžić

Il genocidio del vicino

18/04/2014 -  Andrea Oskari Rossini

La giustizia internazionale appare sempre più inefficace nel favorire il confronto con il passato recente dei Balcani, come dimostra il processo per genocidio in corso all'Aja

7 ottobre 2013

Il primo ottobre scorso il giudice statunitense Theodor Meron e il maltese Carmel Agius sono stati rieletti rispettivamente presidente e vice-presidente del Tribunale Penale Internazionale per l'ex Jugoslavia (ICTY).


24 settembre 2013

La data prevista per la sentenza nel processo al politico serbo Vojislav Šešelj è stata cancellata. Lo ha stabilito il presidente del collegio giudicante, Jean-Claude Antonetti.


Tribunale dell'Aja: il fattore Harhoff

03/09/2013 -  Andrea Oskari Rossini

La rimozione del giudice Harhoff dal processo Šešelj solleva nuove polemiche sul Tribunale dell'Aja per l'ex Jugoslavia, avviato a concludere la propria esperienza in un finale di partita sempre più complicato

La distanza tra il Tribunale dell'Aja e noi

05/03/2013 -  Refik Hodžić

ll Tribunale dell'Aja per l'ex Jugoslavia ha svolto un ruolo fondamentale, ma ha dimenticato coloro nel cui interesse operava. Le recenti sentenze Gotovina e Perišić, la lotta per arrivare ad una narrazione comune del traumatico passato della regione

Una giustizia lontana dalla riconciliazione

05/03/2013 -  Janine N. Clark

Il Tribunale dell'Aja ha contribuito a rafforzare narrazioni concorrenti e contrapposte rivendicazioni di vittimismo etnico. La lezione dell'esperienza sudafricana e l'importanza di strumenti regionali per il confronto con il passato

Il dibattito sul Tribunale dell'Aja per la ex Jugoslavia

26/02/2013 -  Andrea Oskari Rossini

Il Tribunale ha fatto il tribunale, ma non è riuscito a raggiungere le società attraversate dai conflitti. Una prima sintesi del nostro dibattito

Il collasso della giustizia transizionale nella ex Jugoslavia

04/01/2013 -  Mladen Ostojić

L'assoluzione di due generali croati da parte del Tribunale internazionale per i crimini nella ex Jugoslavia mina le fondamenta stesse della teoria che i tribunali internazionali possano contribuire alla pace e alla riconciliazione in situazioni post-conflitto. Una nostra traduzione

Crimini di Oluja, test per la giustizia croata

06/12/2012 -  Drago Hedl Osijek

Dopo l’assoluzione al Tribunale internazionale dell’Aja dei generali Gotovina e Markač, la magistratura croata dovrà dimostrare di sapere giudicare i crimini compiuti da parte croata negli anni '90, senza quella disparità a sfavore degli accusati serbi, praticata fino ad ora

Tempesta in Serbia: le reazioni alla sentenza del TPI

20/11/2012 -  Federico Sicurella Belgrado

Ingiusta, scandalosa, politicamente motivata. L’assoluzione di Gotovina e Markač da parte del Tribunale penale internazionale provoca l’indignazione della leadership serba e di gran parte dell’opinione pubblica del paese

Gotovina e Markač in libertà, Oluja senza colpevoli

19/11/2012 -  Drago Hedl

La liberazione in appello dei generali croati Gotovina e Marakač, accusati dal TPI dell’Aja di crimini di guerra, ha innescato in Croazia un’euforia collettiva. I crimini dell’operazione Oluja restano però senza colpevoli

16 novembre 2012

Ante Gotovina e Mladen Markač non colpevoli. Prende una direzione inaspettata presso il Tribunale dell'Aja il cosiddetto “caso Gotovina”.


Mladić: silenzio e lacrime in galleria. Intanto il processo è sospeso

18/05/2012 -  Giulia Magnani

Secondo giorno del processo all'Aja per Ratko Mladić. Si parla di Srebrenica e fuori dall'aula le madri e mogli delle vittime ricordano il massacro. Ma dopo questa due giorni i lavori del tribunale sono già sospesi

Processo Mladić, tra giustizia e dolore

17/05/2012 -  Giulia Magnani L'Aja

Le madri di Srebrenica, una miriade di giornalisti, gli avvocati e l'accusa. Giustizia, dolore e informazione. Parte così il processo contro il generale serbo-bosniaco Ratko Mladić, accusato di genocidio e crimini contro l'umanità, presso il Tribunale penale dell'Aja. Un racconto da chi ha seguito l'intera giornata

Processo Mladić, primo atto

17/05/2012 -  Andrea Oskari Rossini

L'apertura del processo a carico di Ratko Mladić rappresenta un successo del Tribunale dell'Aja. Il compito di fare i conti con il nostro recente passato non può tuttavia essere demandato ai soli giudici, in assenza di un intervento della politica e della società civile a livello europeo. Un commento

L'Aja dopo Mladić

09/06/2011 -  Andrea Oskari Rossini

L'entusiasmo per l'arresto di Ratko Mladić ha generato un clima da missione compiuta riguardo alla giustizia per i crimini commessi negli anni '90. Sono ancora molti però i procedimenti in corso, sia all'Aja che presso le Corti locali, e molti i casi ancora da indagare. In attesa di percorsi alternativi, la giustizia dei tribunali rappresenta per le vittime l'unica possibilità di ottenere una riparazione

Le parole di Hasan Nuhanović

01/06/2011 -  Andrea Oskari Rossini

L'arresto di Mladić, le reazioni dei media, il percorso di riconciliazione nei Balcani. L'opinione di un familiare delle vittime di Srebrenica nel giorno dell'estradizione del generale serbo bosniaco all'Aja

Le reazioni in BiH all'arresto di Mladić

31/05/2011 -  Andrea Oskari Rossini

Una rassegna non esaustiva sulle reazioni di media e istituzioni della Bosnia Erzegovina alla notizia dell'arresto di Ratko Mladić

I radicali serbi in piazza per Mladić

30/05/2011 -  Cecilia Ferrara Belgrado

Ieri sera a Belgrado la manifestazione di sostegno a Ratko Mladić organizzata dal Partito radicale serbo. Incidenti per le strade, una trentina di feriti e 180 fermati. Le dichiarazioni del figlio Darko e le proteste contro il presidente Tadić

Voci di donne, oltre Mladić

27/05/2011 -  Nicole Corritore

Voci pacate, stanche e quasi spezzate. Sono le voci che provengono dalle associazioni delle donne bosniache che in questi anni hanno continuato a lottare per la verità e la giustizia per i crimini degli anni '90. I commenti alla notizia dell'arresto di Ratko Mladić

L'arresto di Ratko Mladić: riflessioni e spossatezza

27/05/2011 -  Luca Leone

La mediocre biografia di Ratko Mladić, la spossante attesa delle vittime dei suoi crimini, le prospettive del processo all'Aja. Riceviamo e volentieri pubblichiamo il commento di Luca Leone, autore e editore della Infinito Edizioni

La nuova Serbia

26/05/2011 -  Andrea Oskari Rossini

L'arresto di Mladić apre una pagina nuova per la Serbia e per l'intera regione. Nel ventennale dell'inizio della dissoluzione della Jugoslavia, il segnale che la lunga transizione dell'ex Paese socialista è arrivata a termine. Dopo migliaia di vittime. Nostro commento

Il dossier Mladić

26/05/2011 -  Andrea Oskari Rossini

Il capo militare dei serbo bosniaci era stato formalmente incriminato dal Tribunale dell'Aja già nel luglio 1995. Nostra scheda sui capi d'imputazione di cui Mladić deve rispondere di fronte ai giudici internazionali

Đorđević condannato a 27 anni dal TPI dell'Aja

03/03/2011 -  Rachel Irwin

I giudici del Tribunale Penale Internazionale dell'Aja hanno condannato a 27 anni di reclusione l'ex capo della polizia serba Vlastimir Đorđević, giudicato colpevole di tutti i capi d'accusa emessi contro di lui, compresa la responsabilità per l'uccisione di oltre 700 civili di etnia albanese durante il conflitto della fine degli anni Novanta in Kosovo

Ergastoli e genocidio

11/06/2010 - 

Sentenze importanti, seppur di primo grado. Sono quelle con cui il Tribunale dell'Aja ha condannato sette ufficiali dell'esercito serbo-bosniaco per i crimini commessi a Srebrenica. Per due di loro l'ergastolo, per genocidio

Il negoziatore

01/03/2010 -  Andrea Rossini

Note a margine della riapertura del processo Karadžić. La strategia dell'imputato e quella del Tribunale, il percorso tortuoso della giustizia per i crimini contro l'umanità commessi negli anni '90 in Europa