Il blog di EUWeBER

Commissione UE: dare avvio ai negoziati per l’adesione di Albania e Macedonia del Nord

04/03/2020

Lo scorso 2 marzo la Commissione europea ha presentato un report nel quale ha sottolineato i progressi raggiunti dai due paesi.

Il Montenegro accoglie positivamente le nuove proposte della Commissione sull’allargamento

02/03/2020

Il responsabile montenegrino per i negoziati di ingresso nell’Ue Aleksandar Drljević si è espresso positivamente sugli effetti che la nuova strategia approvata dalla Commissione Europea potrebbe avere sulle riforme, non solo in Montenegro ma anche negli altri paesi candidati. Questo è accaduto durante l’incontro EU4ME, promosso a Podgorica il 28 febbraio con l’obiettivo di coinvolgere la cittadinanza nel processo di integrazione europea e di diffondere un atteggiamento positivo nei confronti dell’integrazione europea. Drljević ritiene che potrebbe dare un nuovo slancio a tutti i paesi candidati, oltre che essere uno stimolo ad intensificare il lavoro in alcune aree.

Miroslav Lajčák, futuro emissario europeo per il dialogo Serbia-Kosovo?

25/02/2020

Non è stato ancora confermato ufficialmente ma – secondo fonti a Bruxelles di Radio Free Europe - Miroslav Lajčák, attuale ministro degli Esteri della Slovacchia, sarebbe stato nominato emissario speciale Ue per il dialogo tra Kosovo e Serbia.

Un cambio di paradigma nella politica estera e di sicurezza comune UE: dalla trasformazione alla resilienza

10/02/2019

Il paper "A Paradigm Shift in the EU’s Common Foreign and Security Policy: From Trans-formation to Resilience" della Wissenschaft und Politik Stiftung, pubblicato nell'ottobre 2017, analizza le cause del rafforzamento della politica di sicurezza e difesa comune (CSDP), parte integrante della politica estera e di sicurezza Ue.

Balcani occidentali e UE, si prova a ripartire

17/02/2020

Sarà la volta buona? Dopo la proposta della Commissione UE di rivedere le procedure sull'allargamento e le parziali aperture della Francia, che lo scorso ottobre aveva bloccato l'apertura dei negoziati con Albania e Macedonia del Nord, l'UE e i paesi dei Balcani occidentali provano a reintrecciare i fili del dialogo.

L'European Council on Foreign Relations è favorevole alle modifiche proposte al processo di allargamento

11/02/2020

L'ECFR appoggia il nuovo approccio all'allargamento presentato dalla Commissione europea: potrebbe trattarsi della strada giusta per facilitare l'ingresso in UE dei paesi dei Balcani occidentali

Dal Parlamento europeo pochi tweet sulle nuove proposte per l'allargamento

07/02/2020

La proposta della Commissione Europea di riforma dei criteri del processo di allargamento dell'UE - resa pubblica martedì scorso - non sembra aver suscitato reazioni particolari tra i parlamentari europei, nonostante la presentazione delle novità anche presso la Commissione Affari Esteri del PE da parte del Commissario per il vicinato e l'allargamento Oliver Varhelyi.

Commissione europea: una proposta su un nuovo processo di allargamento

05/02/2020

La Commissione europea ha rilasciato oggi in un comunicato stampa una proposta di modifica alle procedure relative al processo di allargamento europeo. La decisione è stata presa - secondo quanto aveva in passato già sottolineato la portavoce della Commissione europea Ana Pisonero - per rendere i negoziati più dinamici, affidabili e chiari senza tuttavia modificare l'impostazione di base del processo, regolata dai trattati.

Ue: niente di fatto su apertura negoziati con Albania e Macedonia del Nord

18/10/2019

Il presidente francese Emmanuel Macron si è fortemente opposto ieri durante il Consiglio europeo sul via libera per Albania e Macedonia del Nord alle negoziazioni per l'ingresso nell'Ue. Alla fine ha prevalso su altri leader, tra cui il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk e la cancelliera tedesca Angela Merkel, che invece erano favorevoli.

Ue: ennesimo stop per Albania e Macedonia del Nord?

16/10/2019

Resta tutta in salita la strada verso l’avvio dei negoziati di adesione all’Unione europea per Albania e Macedonia del Nord. I ministri degli affari europei dei 28, riuniti ieri a Lussemburgo, hanno rimandato la decisione a data da destinarsi, essenzialmente per il rifiuto della Francia che vuole ridiscutere i criteri per entrare nell’UE. La questione finisce ora anche sul tavolo dei capi di stato e di governo, nel vertice di domani che già si annuncia molto pieno.