Sfollati

In molti centri urbani del sud-est della Turchia, sconvolti dagli scontri tra esercito e formazioni armate curde, si vedono ormai cumuli di macerie ed edifici fatiscenti. Oltre 90mila persone hanno dovuto abbandonare le proprie case. Nell'articolo di Dimitri Bettoni si descrive come proprio il futuro urbanistico di queste città sia diventato il nuovo terreno di una battaglia combattuta non con le armi ma con il cemento della futura ricostruzione.

La guerra in Ucraina ha causato circa un milione e mezzo di sfollati interni. Le condizioni di vita di chi ha lasciato le zone di conflitto nell’est del paese sono difficili. Matteo Tacconi ha raccontato, grazie ad una collaborazione tra OBC ed Eurozine, le storie di Olga ed Elena.

In settimana poi due approfondimenti sulla situazione della libertà dei media in Croazia e Kosovo; la situazione in Crimea della minoranza tatara; la risorsa delle lenticchie di Eglouvi, sull'isola di Lefkada; poi molta politica coi nuovi governi in Montenegro e Cipro, il pre-elezioni in Romania e il post-elezioni in Serbia. Buona lettura!

Bloc-notes: Turchia: Davutoğlu si dimette; Kosovo: un calcio ai visti; Macedonia: auspici pasquali; Altripiani: la seconda settimana sui Carpazi

Discutere l'Europa! Oggi a Trieste un dibattito promosso dalla Commissione europea su allargamento, flussi migratori e politiche d'asilo. Modera la direttrice scientifica di OBC Luisa Chiodi

5xmille! OBC fa parte del tuo panorama di navigazione settimanale? Non puoi farne a meno? Destinaci il tuo 5xmille , indica il codice fiscale 00282790229. Per noi significa molto

06/05/2016 -