Dico che

Dico che in Crimea la minoranza dei Tatari e la componente di etnia ucraina risente in maniera particolare di un clima di russificazione, ma intimidazioni e persecuzioni colpiscono anche giornalisti e attivisti critici verso le nuove autorità. E' l'opinione di Nils Muižnieks, Commissario per i diritti umani del Consiglio d'Europa che abbiamo intervistato in settimana.

Dico che la storia dell’Europa ha dimostrato che quando ha vinto la speranza, ha vinto il futuro. Quando ha vinto la paura hanno vinto i peggiori istinti, che gli europei per bene, educati ma tendenti all’isolamento dagli altri, non avevano immaginato nemmeno nei loro peggiori incubi. Lo ha affermato il premier albanese Edi Rama in un suo discorso da noi pubblicato.

Dico che i giornalisti del sud est Europa ed europei devono parlare apertamente dei problemi che incontrano nel loro lavoro, dato che di problemi ce ne sono ovunque. E che devono essere più solidali tra loro. Lo ha sottolineato sulle nostre pagine Oliver Vujović, Segretario generale di Seemo che abbiamo incontrato a Skopje durante il SEEMF 2014.

Bloc-notes: Kazani; Impressioni europee sulle elezioni ucraine; Ucraina vince Poroshenko.

Da non perdere! Il 14 novembre a Trento "Cercavamo la pace: dalla mobilitazione della società civile italiana durante le guerre nei Balcani degli anni Novanta alla cittadinanza europea di oggi". Un convegno

31/10/2014 -