Classifica

Vučić straccia tutti, ma taglia il traguardo col sorriso a metà. Vittoria schiacciante per l'attuale premier in Serbia alle elezioni politiche anticipate: ottiene più voti della tornata precedente, il suo partito riguadagna la maggioranza assoluta ma, paradossalmente, perde seggi rispetto al parlamento uscente. Dragan Janjić ci spiega perché.

Ha destato scalpore la nuova classifica sulla libertà dei media nel mondo redatta da Reporter sans frontieres nella quale la Serbia ha fatto un balzo in avanti di 8 posizioni. “E' solo una questione di calcoli statistici, paesi che erano davanti alla Serbia sono peggiorati”, chiariscono dall'organizzazione. Non riflette la realtà, anzi, sottolineano giornalisti e intellettuali nel paese.

Abbiamo poi dedicato due approfondimenti al trentennale dal disastro di Chernobyl: Danilo Elia ha raccontato il fenomeno delle gite di gruppo all'insegna della radioattività; Markian Kamysh ha intervistato il regista ucraino Myroslav Slaboshpytskyi che ambienterà proprio a Chernobyl il suo prossimo film. In settimana poi, tra gli altri, il fenomeno dell'esorcismo in Moldavia e le divisioni sulle commemorazioni presso il memoriale di Jasenovac in Croazia. Buona lettura!

Bloc-notes: Altripiani, la prima settimana di viaggio; Edi Rama: non coinvolgete l'Albania nella Brexit; Elezioni in Serbia: vince Vučić

5xmille! OBC fa parte del tuo panorama di navigazione settimanale? Non puoi farne a meno? Destinaci il tuo 5xmille, indica il codice fiscale 00282790229. Per noi significa molto

29/04/2016 -