Velivoli

Grande traffico nelle settimane scorse nel cielo di Belgrado. Innanzitutto è comparso un drone che, trascinando una bandiera della Grande Albania, è atterrato nel bel mezzo della partita Serbia-Albania, valevole per la qualificazione ai prossimi Europei. Ne sono seguiti gravi incidenti. Le considerazioni del nostro Nicola Pedrazzi.

Non droni ma Mig veri e propri, accompagnati a terra da carri armati e altri veicoli corazzati quelli sfilati a Belgrado lo scorso 16 ottobre. Una parata militare in grande stile: sul palco, oltre ai principali politici e funzionari serbi, anche il presidente russo Vladimir Putin. Ma a che pro in un paese coinvolto gravemente nei conflitti che hanno insanguinato la regione negli anni '90? Un'analisi di Dragan Janijć.

In settimana poi un ritratto di Milan Bandić, il sindaco di Zagabria arrestato domenica scorsa e accusato di numerose e gravi malversazioni; un reportage dalla Transnistria, piena di timori per il conflitto in Ucraina; infine due interviste, una a Berislav Blagojević, classe 1979, una delle voci più brillanti e poliedriche della nuova letteratura bosniaco erzegovese, l'altra alla giornalista Zrinka Vrabec Mojzeš, attualmente consulente del presidente croato Ivo Josipović.

Bloc-notes: Voto in Ucraina.

Da non perdere! Alla fiera Fa' la cosa giusta a Trento il 25 ottobre Marzia Bona e Marco Abram di OBC presentano la ricerca "Cercavamo la pace". A "Cercavamo la pace" verrà poi dedicato un convegno il prossimo 14 novembre.

24/10/2014 -