Assoluzione

Assolto da tutte le accuse. E' questo lo sconcertante verdetto della corte del Tribunale dell'Aja per la ex Jugoslavia chiamata a giudicare Vojislav Šešelj. Ancor più sconcertanti alcuni passaggi della sentenza, dove si afferma, ad esempio, vi siano ragionevoli prove che i gruppi paramilitari siano stati istituiti per difendere i civili o che la deportazione massiccia di popolazione sia legata a “motivi umanitari”. I fatti e il perché il Tribunale dell'Aja sta fallendo nel favorire la riconciliazione.

La strada maestra del terrorismo in Europa passa dai Balcani? Sembrerebbe leggendo molti articoli e commenti apparsi su rilevanti testate europee. Ma secondo l'analista kosovaro Shpend Kursani è, da parte occidentale, un deleterio atteggiamento autoassolutorio. Un suo commento.

Lo scrittore Akram Aylisli avrebbe dovuto partecipare a Venezia al festival Incontri di Civiltà. Le autorità azere gli anno impedito di farlo. Lo abbiamo intervistato ed abbiamo pubblicato una sua lettera, inviata agli organizzatori: nelle sue parole la tragica situazione attuale e le speranze per il futuro.

Bloc-notes: Šešelj assolto, una sentenza controversa; Assolto Vojislav Šešelj; Croazia e rifugiati: il "sapore di casa" che unisce; Le università che si aprono ai rifugiati; Liberate Florence Hartmann; Giving for Greece: l'accoglienza dei minori non accompagnati

01/04/2016 -