Articoli di Dragan Janjić

Vučić negli Usa: i compiti a casa per la Serbia

12/06/2015 -  Dragan Janjić Belgrado

La scorsa settimana il premier serbo Aleksandar Vučić è andato in visita negli Stati Uniti. La visita può essere definita un successo, gli USA appoggiano la Serbia ma fissano i “compiti a casa”

La Serbia e la crisi in Macedonia

14/05/2015 -  Dragan Janjić Belgrado

Il recente scontro armato nella cittadina di Kumanovo, in Macedonia, viene sfruttato dal governo di Belgrado per spostare l’attenzione dell’opinione pubblica dal tema del Kosovo al supposto pericolo della Grande Albania. Un’analisi

Gogna mediatica per l'Ombudsman serbo

05/05/2015 -  Dragan Janjić Belgrado

L'Ombudsman serbo, Saša Janković, da mesi è sotto attacco. Una campagna orchestrata dai circoli di governo e dai media ad essi vicini cerca di denigrarne la funzione e di colpirlo personalmente. Un'analisi della vicenda

Serbia: cade l’elicottero, collasso delle istituzioni

20/04/2015 -  Dragan Janjić Belgrado

In Serbia una disgrazia aerea in cui è precipitato un elicottero militare con a bordo sette persone, impiegato per salvare un neonato, è diventato un caso nazionale. Mettendo a nudo il collasso delle istituzioni

“Belgrado sull’acqua” a misura di investitore

14/04/2015 -  Dragan Janjić Belgrado

Nonostante l'opposizione di cittadini ed esperti il governo va avanti col progetto urbano “Belgrado sull’acqua”. Una Lex specialis approvata coi due terzi della maggioranza consente infatti all’investitore designato di procedere, senza gara d’appalto

Le pressioni sui media in Serbia

24/03/2015 -  Dragan Janjić Belgrado

La scorsa settimana il Commissario per i Diritti Umani del Consiglio d'Europa, Nils Muižnieks, ha effettuato una visita in Serbia. Tra i vari punti toccati la preoccupante situazione dei media e le pressioni esercitate dal potere sugli stessi

Serbia, le divergenze parallele

18/02/2015 -  Dragan Janjić Belgrado

Da settimane in Serbia è scontro aperto tra l’Ombudsman Saša Janković e il ministero della Difesa serbo. Quest’ultimo sembra ostacolare un'inchiesta sul pestaggio del fratello del premier serbo durante il Gay Pride 2014

Serbia, governo vs. Ombudsman

29/01/2015 -  Dragan Janjić Belgrado

Saša Janković si è trovato al centro di una dura campagna mediatica che ha l’intento di screditare il suo lavoro di monitoraggio sulle istituzioni statali. Il casus belli? Un incidente durante il Gay Pride di Belgrado in cui furono picchiati i fratelli del premier e del sindaco di Belgrado

Serbia, il premier solo contro tutti

20/01/2015 -  Dragan Janjić Belgrado

Recentemente Aleksandar Vučić si è trovato in aperto conflitto su vari fronti. Da quello interno al partito, ai partner di coalizione fino all’UE e ai media locali. Il premier serbo sta rinforzando la sua posizione o, al contrario, sta perdendo il controllo della situazione? Un'analisi

La Serbia alla presidenza dell’Osce

09/01/2015 -  Dragan Janjić Belgrado

Con l’inizio del nuovo anno la Serbia ha assunto al presidenza dell’Osce. Quali le sfide e quali le opportunità dal ricoprire quest'importante ruolo internazionale? Un’analisi

Serbia: la strumentalizzazione del tifo

10/12/2014 -  Dragan Janjić Belgrado

Tutte le società europee hanno a che fare con le tifoserie violente. "In Serbia sembra che il governo consideri gli ultras alleati utili per risvegliare il nazionalismo": un'intervista al politico e psicologo Žarko Korać

Šešelj, test politico per il governo serbo

01/12/2014 -  Dragan Janjić Belgrado

Una recente risoluzione del Parlamento europeo stigmatizza il linguaggio dell'odio dell'ultranazionalista serbo Vojislav Šešelj. Ne è seguita una concitata reazione del premier Aleksandar Vučić. Un'analisi

Šešelj: il vendicatore torna dall’Aja

14/11/2014 -  Dragan Janjić Belgrado

Accusato dal Tribunale dell'Aja di crimini di guerra e in carcere dal 2003, il leader del Partito radicale serbo Vojislav Šešelj è tornato in Serbia per motivi di salute. Ora è pronto alla vendetta politica contro chi, tra i suoi, in questi anni lo ha abbandonato

Edi Rama: gli insulti sui media serbi

13/11/2014 -  Dragan Janjić Belgrado

È bastato che il premier albanese Edi Rama nella sua storica visita a Belgrado facesse riferimento all’indipendenza del Kosovo per scatenare, sui media serbi, una grave campagna di denigrazione nei suoi confronti

Serbia, lo shock del gas russo

07/11/2014 -  Dragan Janjić Belgrado

Nonostante la recente visita di Putin a Belgrado, la Serbia si è vista tagliare di quasi il 30% le forniture di gas dalla Russia. L’inverno è alle porte e il premier serbo ha pregato Mosca di rateizzare il debito di 200 milioni di euro dovuti per le forniture precedenti

L'autunno russo della Serbia

21/10/2014 -  Dragan Janjić Belgrado

La visita del presidente russo Vladimir Putin a Belgrado, il 16 ottobre scorso, ha fatto molto discutere. Sia per l’imponente parata militare organizzata in suo onore sia per la possibilità che, nel lungo periodo, tale visita possa portare più danni che vantaggi alla Serbia

Serbia: media nella bufera

09/10/2014 -  Dragan Janjić Belgrado

Una vera bufera tra i giornalisti serbi si è sollevata a seguito della soppressione di “Utisak Nedelje”, popolare talk-show politico in onda su TV B92 e diretto da Olja Bećković. Ma non è l’unica trasmissione ad essere sparita dai palinsesti

Serbia: l'attivismo civico nel labirinto della burocrazia

02/10/2014 -  Dragan Janjić Belgrado

Un ragazzo di 22 anni ha deciso di annotare tutti i difetti della rete di trasporti belgradese. E lo fa con tale tenacia da essere considerato un incubo all’amministrazione della città, che invece di aiutarlo pare ostacolarlo. La curiosa storia di Filip Vukša

Serbia: il primo Gay Pride senza incidenti

29/09/2014 -  Dragan Janjić Belgrado

È stato il primo Gay Pride belgradese senza incidenti quello di domenica 28 settembre. 2000 manifestanti protetti da 7000 poliziotti. Il premier Vučić guarda a Bruxelles ed esprime soddisfazione, ma la strada per la comunità LGBT serba è ancora in salita

La sfida di Vučić: giù stipendi e pensioni

23/09/2014 -  Dragan Janjić Belgrado

Il premier serbo Aleksandar Vučić e il suo SNS si sono trovati a dover varare impopolari riforme di contenimento della spesa pubblica. Giù pensioni e stipendi del pubblico impiego. I timori di Vučić e il comportamento dell’opposizione