Articoli di Christophe Solioz

1914-2014: un’altra Bosnia per un’altra Europa

25/02/2014 -  Wolfgang Petritsch*Christophe Solioz*

Oggi come ieri, quelli che pretendono di conoscere la sostanza degli avvenimenti e negano la possibilità di emancipazione sbagliano, in particolare in Bosnia Erzegovina. Commento e analisi dell'attuale crisi bosniaca

Serbia, Kosovo, Ue: finalmente in modo diverso

23/04/2013 -  Wolfgang PetritschChristophe Solioz

Un successo della diplomazia europea e l'unica scelta pragmatica che Belgrado e Pristina potevano fare. E ora? Serve dar spazio a relazioni e cooperazioni transfrontaliere, dinamiche, multilivello. Non solo tra Kosovo e Serbia, ma in tutta Europa, per rilanciare un progetto sull'orlo del baratro

Requiem per una Corte

11/03/2013 -  Christophe Solioz Srđa Pavlović

Cos'è più importante? Amministrare la giustizia o ottenere un qualche tipo di pace? Il Tribunale dell'Aja ha scritto la storia della dissoluzione della Jugoslavia attraverso la lottizzazione, politicamente motivata, delle responsabilità tra gli ex belligeranti. Questa nuova narrazione storica avrà conseguenze negative di vasta portata. Un commento

Sarajevo, la linea rossa

05/04/2012 -  Christophe Solioz

Venti anni fa iniziava il tragico assedio della capitale bosniaca. L'editoriale di Christophe Solioz, segretario generale del Center for European Integration Strategies, sulla Bosnia Erzegovina di ieri e quella di oggi

Bosnia: segnali di (fine?) tempesta

17/05/2011 -  Christophe SoliozWolfgang Petritsch Ginevra, Parigi

L'ennesima crisi a quindici anni da Dayton. I nazionalismi destabilizzano lo Stato, mentre la comunità internazionale sembra impotente e confusa. La Bosnia cerca la propria via per entrare nell'UE tra tante difficoltà e ferite ancora aperte. Un commento

(S)blocco

06/11/2009 -  Christophe SoliozPaul Stubbs Ginevra, Zagabria

Il processo di integrazione dei paesi dei Balcani Occidentali nell'Unione Europea necessita di un nuovo slancio. Secondo Paul Stubbs e Christoph Solioz serve un vertice simile a quello di Salonicco 2003. Un commento

Dayton 2

21/10/2009 -  Christophe Solioz

I negoziati in corso a Butmir sul futuro della Bosnia Erzegovina. Dalla difesa di Dayton alla necessità di un superamento del quadro istituzionale definito dagli Accordi di Pace, le contraddizioni della posizione internazionale. Un commento

Il tempo delle riforme

24/04/2009 -  Vedran DžihićChristophe Solioz

La crisi politica in Bosnia Erzegovina e il percorso di integrazione europea. Il letargo di Bruxelles dopo Lisbona, la crisi economica internazionale, il ruolo della società civile: le proposte per il nuovo Alto Rappresentante, Valentin Inzko

Per un nuovo partenariato

25/03/2009 -  Christophe SoliozVedran Džihić

Il futuro della Bosnia Erzegovina sta nell'Unione Europea, non in un protettorato eterno. Il commento del Centro per le Strategie di Integrazione Europea alla nuova fase politica che si apre con la nomina di Valentin Inzko ad Alto Rappresentante

Dopo Lajčák

27/01/2009 -  Wolfgang PetritschChristophe Solioz

Il giorno dopo l'annuncio della fine del mandato di Miroslav Lajčák, la proposta per un nuovo partenariato tra Bosnia Erzegovina ed Unione Europea. Cambiare l'assetto costituzionale, porre fine alla dipendenza internazionale e sviluppare il processo di cooperazione nei Balcani occidentali

Il destino del Kosovo per principianti

13/10/2008 -  Christophe Solioz

Tim Judah, giornalista ed esperto di Balcani, racconta nel suo ultimo libro, in modo semplice, ciò che sul Kosovo tutti devono sapere. E non mancano i riferimenti al ruolo avuto dal mediatore ONU Martti Ahtisaari, recentemente insignito del Nobel per la pace

Kosovo. La storia, la guerra, il futuro

01/08/2008 -  Christophe Solioz Ginevra

Storia, cultura e politica per un saggio che ci accompagna col ritmo di una narrazione dalle radici del conflitto fino all'attualità, analizzando le strategie di quelli che l'autore considera i vincitori (Stati Uniti e Russia) e i perdenti (UE e Serbia)