Gyumri (flickr/barankje)

Gyumri (flickr/barankje )

Dopo l'apertura di un'Agenzia della Democrazia Locale (ADL) a Kutaisi in Georgia nel 2006, le iniziative di “Alda” a sostegno dei processi di democratizzazione e autogoverno locale si aprono anche all'Armenia. Con una nuova sede a Gyumri, e un progetto di cooperazione che unisce il comune veneto di Thiene e la cittadina armena di Iljevan

03/11/2011 -  Ilenia Santin Yerevan

Il 27-28 ottobre l’Associazione delle Agenzie della Democrazia Locale (ALDA) ha avviato due importanti progetti in Armenia: una cooperazione sulle buone pratiche tra i comuni di Thiene (VI) e Ijevan, e l’apertura di una nuova Agenzia della Democrazia Locale (ADL) nell’intento di rafforzare il processo di democratizzazione e autogoverno locale nel Sud Caucaso. Quest’ultima iniziativa, sostenuta dal Congresso delle Autorità Locali e Regionali del Consiglio d’Europa (CoE) e finanziata da tre partner internazionali – la regione francese Rhône-Alpes, il Friuli Venezia Giulia e il Comitato Internazionale per lo Sviluppo dei Popoli (CISP) – coinvolge vari attori locali armeni, tra cui l’Unione dei Comuni Armeni, la Fondazione per lo Sviluppo Urbano Sostenibile (UFSD), il club giornalistico Asparez ed i comuni di Gyumri e Ijevan.

Proprio Gyumri è stata scelta come sede per la nuova ADL. In passato polo culturale e industriale dell’Armenia, Gyumri è stata colpita dal terremoto del 1988 che ha lasciato danni tuttora visibili alla struttura architettonica del centro storico e provocato la chiusura di molte industrie, rendendo il processo di ricostruzione lento e la ripresa incerta. “La scelta di Gyumri è dipesa da molti fattori: oltre ad essere la seconda città dell’Armenia per dimensioni, si trova in posizione strategica, vicino al confine con la Turchia”, ha spiegato ad Osservatorio la Direttrice di ALDA, Antonella Valmorbida. “Tale vicinanza è di grande importanza per progetti di cooperazione regionale e nel contesto del processo di riconciliazione tra i due Paesi. Inoltre, fin dai tempi sovietici è gemellata proprio con Kutaisi, che ospita la prima ADL caucasica: la scelta contribuisce dunque a rafforzare il senso di continuità dell’azione di ALDA nella Regione”.

Iljevan-Thiene, incontro e confronto

In gara per l’assegnazione della sede c’era anche il comune di Ijevan, il cui Sindaco, Varuzhan Nersisyan, si è mostrato “molto propositivo e interessato a partecipare ad iniziative di cooperazione e sviluppo per la cittadina della regione settentrionale di Tavush”, ha spiegato la Direttrice di ALDA. Sì è sviluppato così un progetto collaterale, promosso da ALDA e incluso tra le iniziative per la cooperazione allo sviluppo della Regione Veneto, che coinvolge Ijevan e il Comune di Thiene, in provincia di Vicenza.

Sara Bertoldo, Dirigente del Settore Servizi Istituzionali e alla Popolazione di Thiene, spiega così l’avvio del progetto: “tramite l’Ufficio Europa, il Comune di Thiene è entrato in contatto con ALDA che, lavorando all’apertura di un’agenzia in Armenia, ha proposto di avviare un progetto di cooperazione decentrata con una città armena. Considerate le dimensioni simili dei due comuni e l’interesse di Ijevan a collaborare, si è sviluppato un piano per lo scambio di buone pratiche amministrative tra le nostre due realtà”. Il 27 ottobre Sara Bertoldo, Marta Tognon, Dirigente del Settore Sviluppo Territoriale di Thiene, e la Direttrice di ALDA si sono recate a Ijevan, dove hanno incontrato il sindaco e i funzionari del comune. La delegazione thienese si è confrontata con i colleghi armeni su vari aspetti della vita cittadina quali la gestione del bilancio comunale, i piani di sviluppo urbanistico, l’inquinamento e la gestione dei rifiuti. “A questo primo incontro seguiranno visite di studio, corsi di formazione e, a marzo, una visita di rappresentanti di Ijevan a Thiene, dove potranno osservare la realtà thienese e, visto l’interesse per l’argomento, visitare l’inceneritore e ricevere informazioni sul ciclo dei rifiuti”, ha raccontato ad Osservatorio Sara Bertoldo al termine della visita. “L’aspetto positivo del progetto è osservare ed essere aperti ad esperienze e contesti diversi, indipendentemente dai rispettivi background o dalle difficoltà linguistiche: promuovere lo scambio di idee è fondamentale per crescere e migliorarsi e avvicinare culture nuove”, ha concluso la Dirigente.

Gyumri, seconda ADL in Caucaso

Inaugurazione ADL a Gyumri (foto Ilenia Santin)

Inaugurazione ADL a Gyumri (foto Ilenia Santin)

Il giorno successivo la delegazione di ALDA – composta dal Presidente Per Vinther, dalla Direttrice Antonella Valmorbida, dal Vicepresidente del Congresso delle Autorità Locali e Regionali del Consiglio d’Europa, Fabio Pellegrini, e da Raffaella Viviani in rappresentanza della Regione Friuli Venezia Giulia – si è recata a Gyumri dove si è tenuta la firma del protocollo d’intesa e l’inaugurazione ufficiale dell’Agenzia, a cui hanno partecipato autorità locali e nazionali – il sindaco di Gyumri, Vardan Ghukasyan, il primo Viceministro dell’Amministrazione Territoriale, Vache Terteryan, ed Emin Yeritsyan, Presidente dell’Unione dei Comuni Armeni nonché Presidente del Comitato sugli Affari Correnti del Congresso delle Autorità Locali e Regionali –, giornalisti e cittadini. Nel suo discorso d’apertura, il Presidente Vinther ha spiegato la nascita del progetto in Armenia: “dal 2005 ALDA ha maturato la convinzione di poter copiare con successo nel Caucaso meridionale l’esperienza maturata nei Balcani occidentali. Con l’apertura dell’ADL Armenia, si delinea una rete di agenzie per questa Regione: l’ADL Georgia è stata il trampolino… e l’intenzione è istituire in futuro un’ADL Azerbaijan. Quindi, oltre a realizzare progetti nella regione di Gyumri e in tutta l’Armenia, quest’ADL verrà coinvolta in progetti transfrontalieri con i Paesi vicini, cooperando con le altre ADL della Regione. Sono convinto – ha concluso il Presidente – che il lavoro delle Agenzie nella regione non potrà che dare un contributo positivo agli sforzi per una coesistenza pacifica tra Armenia e Azerbaijan”. Per la Direttrice di ALDA “quest’ADL segna una svolta per tutta la rete e contribuirà in modo positivo anche al futuro coinvolgimento dell’Azerbaijan”.

Alla cerimonia d’apertura, avvenuta nel municipio della città, è seguita una conferenza sul tema “Cooperazione tra autorità locali e società civile”. Alla conferenza – organizzata nel quadro della Settimana Europea della Democrazia Locale 2011 (ELDW) promossa dal CoE – hanno partecipato anche Armine Tukhikyan dell’UFSD, Levon Barseghyan, Presidente del club giornalistico Asparez, e Ioseb Khakhaleishvili, Delegato e Direttore Esecutivo dell’ADL di Kutaisi, in Georgia. Al termine della giornata inaugurale, la Presidente dell’UFSD ha evidenziato il successo dell’evento: “anche per la nostra Fondazione che promuove le strutture democratiche locali e la responsabilizzazione della società civile, l’apertura dell’ADL a Gyumri rappresenta un momento importante, come dimostrato dall’ampia partecipazione cittadina. Questo progetto rappresenta una sfida non solo per la città ma per l’intero sistema armeno”, ha spiegato la Tukhikyan ad Osservatorio. “Sono processi nuovi che incontreranno difficoltà nell’attuazione, ma Gyumri è una città speciale, la sua gente merita strutture democratiche migliori e quest’iniziativa offrirà un’opportunità di sviluppo unica a loro e al resto del Paese”.


I commenti, nel limite del possibile, vengono vagliati dal nostro staff prima di essere resi pubblici. Il tempo necessario per questa operazione può essere variabile. Vai alla nostra policy

Commenti

Log in or create a user account to comment.