A partire da dicembre 2012 e per un anno, Osservatorio Balcani e Caucaso è protagonista - assieme a tanti partner - del progetto europeo Racconta l'Europa all'Europa. Sul web, nelle sale cinematografiche, in radio, nelle scuole, all'università e in eventi pubblici in quattro paesi. Un anno dedicato all'Europa allargata, all'Europa dei cittadini, all'Europa che risponde alla crisi con una nuova, forte progettualità politica.

04/11/2012 - 

Racconta l'Europa all'Europa è un progetto europeo che vuole animare e ampliare il dibattito pubblico sull'Europa di oggi e su quella che verrà. Si tratta di una sfida ambiziosa, in cui OBC si impegna a fianco di undici partner in Italia, Slovenia, Spagna e Bulgaria. Per un anno intero a partire da dicembre 2012 diamo vita a uno spazio transnazionale di analisi e discussione che stimoli nei media e nell'opinione pubblica una più profonda conoscenza di Balcani occidentali e Turchia e del loro percorso di integrazione europea, attraverso tante attività.

Incrociando giornalismo, formazione, occasioni pubbliche di confronto e intrattenimento, Racconta l'Europa all'Europa è ogni giorno su www.balcanicauso.org  ma vive anche fuori dal web.

In Italia, Slovenia e Spagna siamo in radio. Gli otto paesi candidati e potenzialmente candidati sono protagonisti di numerose puntate di “Passaggio a sud-est” sulle onde di Radio Radicale, della trasmissione di Radio Capodistria specializzata in affari internazionali “Il vaso di Pandora” e di tre audioreportage realizzati per il programma Mapamundi, trasmessi in catalano su Catalunya Radio.

Assieme alla sezione bulgara della European Journalist Association lavoriamo affinché siano molti i giornalisti a seguire gli approfondimenti pubblicati sul portale di OBC e a sentirsi così incoraggiati a parlare di questa Europa.

Sulle ali del cinema ci lasciamo trasportare all'interno delle società di questi paesi. Con l'aiuto di Lab80Film e Federazione Italiana Cineforum proponiamo a molti cineforum d'Italia di far entrare in sala filmografie poco esplorate ma capaci di liberare un'onda di innamoramento collettivo, mentre a primavera, a Reggio Emilia, la parola passa ad alcuni cineasti ed esperti del settore, ospiti di tre incontri d'autore promossi con l'Università di Modena e Reggio Emilia.

Con Slowfood andiamo alla scoperta dei migliori prodotti eno-gastronomici della regione, per raccontare storie su cibi e colture tradizionali e sulle comunità che li difendono, e per contribuire all'edizione 2013 di Terra Madre Balcani prevista a Sofia in autunno.

Anche al mondo della scuola e a chi opera nella cooperazione internazionale nei Balcani e in Turchia dedichiamo proposte specifiche, attraverso uno strumento didattico online sull'allargamento e due seminari formativi sulla nuova Europa in divenire, uno a Trento con il Centro di Formazione alla solidarietà internazionale, l'altro a Bergamo con la Fondazione Serughetti La Porta.

Non mancano infine le occasioni per il confronto diretto, che vogliamo stimolare con due dibattiti online e con una conferenza internazionale che conclude l'anno di lavoro e apre la discussione sulle prospettive dell'allargamento dopo il 2013.

Di attività in attività, Racconta l'Europa all'Europa intende spaziare a 360 gradi. All'analisi sulla politica e sullo status di avanzamento delle riforme affianca le voci dell'Europa dal basso, costruita dai cittadini e dalla società civile impegnati in difesa dei diritti umani, a sostegno dell'ambiente e di un nuovo modello di sviluppo sostenibile. Apre finestre sulla ricchezza culturale e naturalistica di questi paesi e invita a estendere l'interesse verso un turismo basato sulla valorizzazione delle risorse locali.

Nel 2013, anno di adesione della Croazia all'UE e Anno europeo dei cittadini, Racconta l'Europa all'Europa sarà il nostro contributo al dibattito sul futuro del nostro continente.

Per riuscire davvero in questo progetto abbiamo bisogno anche di voi. Potete contribuire in molti modi, postando commenti, condividendo contenuti sui vostri social network, seguendo le trasmissioni, inviandoci diari di viaggio, fotografie o altre proposte di pubblicazione, intervenendo ai dibattiti online e facendo passa parola. Per dare voce all'Europa in cui crediamo e speriamo, contiamo anche su di voi!

 

Questa pubblicazione è stata prodotta con il contributo dell'Unione Europea. La responsabilità sui contenuti di questa pubblicazione è di Osservatorio Balcani e Caucaso e non riflette in alcun modo l'opinione dell'Unione Europea. Vai alla pagina del progetto Racconta l'Europa all'Europa