L'ombra di Stalin

In queste calde giornate d'estate la sua ombra non fornirà più sollievo a chi passeggia nella piazza centrale di Gori, Georgia. La statua di Stalin, il dittatore sovietico nato proprio in questa cittadina georgiana, è stata rimossa senza preavviso dalle autorità. Un nostro reportage.

Poco distante, in Ossezia del Nord, si sta avverando il sogno di molti: acquistare una casa. Alcuni prediligono, alle nuove costruzioni, i vecchi appartamenti “stalinki”, costruiti all'epoca di Stalin. Caratterizzati da ampie metrature e spesse mura in cemento, sono sinonimo di qualità e robustezza. Un nuovo contributo al nostro dossier "Città e politica nel Caucaso".

Ancora più a nord migliaia di giovani da tutto il mondo hanno partecipato a un campo organizzato dal governo russo. Una curiosa miscela tra un campo giovanile in stile sovietico, una moderna summer school europea e un villaggio vacanze. Il nostro inviato Giorgio Comai vi ha preso parte e ci fornisce un ritratto della Russia di oggi, paese in cerca di aperture e riconoscimento internazionale, ma dove sviluppo e innovazione sono immancabilmente legati al “tandem” di governo Putin-Medvedev.

NEWS! Si apre oggi a Rovereto la mostra fotografica “Northern Caucasus” di Davide Monteleone, promossa da Osservatorio Balcani e Caucaso in collaborazione con l'associazione Passpartù e l'agenzia fotografica Contrasto.

16/07/2010 -