Tutti per uno, uno per tutti

La Grecia è sul baratro. L'Unione prima tentenna, poi reagisce, comunque barcolla. Stiamo vivendo un momento in cui, mai come prima, il progetto comune europeo è a rischio. E chi ne è ancora fuori, come i Balcani occidentali, vedono rallentate sensibilmente le prospettive di integrazione.

Dieci anni di vita di Osservatorio, dieci anni in cui non ci siamo mai stancati di parlare d'Europa. Come prospettiva di pace, per i Balcani, per il Caucaso ma per noi tutti. Continuiamo e continueremo a farlo. Perché il nostro destino è, volenti o nolenti, irrimediabilmente europeo.

Questa settimana una rassegna sulle probabili conseguenze della crisi greca sul resto dell'area balcanica, un'intervista sull'Europa al filosofo Slavoj Žižek ed infine un commento sul 9 maggio, festa dell'Europa.

07/05/2010 -