Pace

Il 3 ottobre del 1993 Moreno Locatelli, volontario dei Beati Costruttori di Pace, venne ucciso da un cecchino sul ponte Vrbanja, nella Sarajevo sotto assedio. Ieri, vent'anni dopo, la città e una nutrita delegazione italiana lo hanno ricordato con una cerimonia pubblica su quello stesso ponte e lungo la via di Sarajevo che dal 2003 porta il suo nome. Il reportage di Nicole Corritore.

Moreno, era un semplice cittadino, un pacifista e un attivista di quel vasto movimento italiano che negli anni '90 portò solidarietà e aiuti alle popolazioni colpite dalla guerra nei territori della ex Jugoslavia. Una mobilitazione che rappresenta un capitolo importante della storia europea ancora poco conosciuto e studiato.

Ecco perché stiamo realizzando "Cercavamo la Pace", per ricostruire quell'esperienza attraverso interviste, analisi delle pubblicazioni e dei documenti esistenti, percorsi di divulgazione. Dando inoltre vita a un grande sforzo collettivo di raccolta: un crowdsourcing di fotografie, video, diari e altra documentazione relativi al periodo 1990-2000 che le migliaia di attivisti, cittadini e volontari di allora hanno sinora custodito in privato.

Bloc-notes: Il buon pastore; Bocca, occhi, orecchie

04/10/2013 -