Europei

Domenica scorsa si sono chiuse le elezioni per il Parlamento europeo. Ad Osservatorio le abbiamo vissute con gli occhi puntati verso est, guardando a come si votava nei paesi da noi seguiti: Cipro, Grecia, Bulgaria, Romania, Croazia e Slovenia. In settimana abbiamo pubblicato un dossier, tutto dedicato al voto.

Uno sguardo che del resto abbiamo tenuto in tutti questi mesi, con il progetto BeEU, con il quale ci siamo avvicinati a queste elezioni e grazie al quale seguiremo i primi passi del prossimo parlamento. Per contribuire ad uscire da uno strabismo ancor troppo diffuso in Europa, per smettere di guardare qui e altrove, con i paesi dell'est Europa membri dell'Unione - e non - di cui si sa poco o niente. Vogliamo guardare all'Europa come ad una comunità di cittadinanze, dove si è consapevoli dell'altro e dell'unione nelle differenze.

In settimana poi il dramma dell'Ucraina con gli interventi video pubblicati sul nostro canale Youtube del seminario "Il futuro dell'Europa dipende dall'Ucraina?" e un articolo sull'uccisione del fotoreporter Andy Rocchelli e il collega giornalista Andrej Mironov; l'edificazione in Armenia di un monumento dedicato ad Anastas Mikoyan, il più noto leader armeno in epoca sovietica; la musica dei Bernays Propaganda, un gruppo che non ha paura di dire delle cose e infine un travolgente allestimento che arriva dalla Serbia de Il Gabbiano di Checov.

Bloc-notes : Crisi in Abkhazia; Prijedor: 'Perché mi riguarda', per gli alluvionati; Kostantina va a Bruxelles; Ucraina: uccisi Andrea Rocchelli e Andrej Mironov; Bulgaria: sconfitti i socialisti, chieste elezioni anticipate; Eurovoto in Slovenia: vincono i conservatori.

Save the date! A Stara Zagora, Bulgaria, il 4 e 5 giugno una conferenza internazionale sulla lotta alla criminalità organizzata nel paese. Interviene Francesco Martino di OBC.

29/05/2014 -