Mig 29

La Serbia punta a rafforzare la propria aviazione attraverso l'acquisto di caccia dalla Russia, dopo l'arrivo di elicotteri NATO nella vicina Croazia. Francesco Martino (OBCT) per il GR di Radio Capodistria [21 dicembre 2016]

Finalizzare l'acquisto di sei caccia Mig 29, oltre ad armamenti ancora non specificati. Questo l'obiettivo della visita a Mosca del premier serbo Aleksandar Vučić, che incontra oggi il ministro della Difesa russo Sergey Shoigu.

Nelle intenzioni di Belgrado i nuovi aerei, attesi in Serbia entro il prossimo marzo, dovrebbero rafforzare notevolmente le capacità belliche del paese. “La Serbia non ha nessuna intenzione di attaccare i propri vicini, ma vuole essere pronta a difendere la propria libertà e sovranità”, ha affermato Vučić alla vigilia dell'incontro.

Alcune settimane fa il governo serbo aveva annunciato che i Mig sarebbero arrivati come “donazione” da parte della Russia. Nei giorni scorsi Vučić ha invece affermato che i velivoli saranno pagati, seppure a condizioni privilegiate, e garantiranno le capacità operative dell'aviazione almeno per i prossimi dieci anni.

L'accordo sancisce ancora una volta gli stretti legami di Belgrado con Mosca, nonostante gli sforzi della Serbia per essere ammessa a pieno titolo nell'Unione europea. A giustificazione del riarmo, Vučić ha fatto riferimento più volte alla presunta minaccia proveniente dal potenziamento dell'aviazione croata. Nei mesi scorsi, infatti, Zagabria ha ricevuto a costi ridotti dagli Stati Uniti 16 elicotteri “Kiowa”, utilizzati per operazioni di ricognizione e supporto delle truppe a terra.

Secondo il ministero della Difesa serbo, nonostante i velivoli siano di seconda mano, i caccia avranno a disposizione strumenti ed armamenti all'avanguardia, e dovrebbero assicurare alla Serbia una posizione di primato militare nella regione balcanica.

Vai al sito di Radio Capodistria


I commenti, nel limite del possibile, vengono vagliati dal nostro staff prima di essere resi pubblici. Il tempo necessario per questa operazione può essere variabile. Vai alla nostra policy

blog comments powered by