Il documentario di Osservatorio sui Balcani "Il cerchio del ricordo", dedicato alla memoria della Seconda guerra mondiale e delle guerre recenti in ex Jugoslavia, è stato selezionato per la fase finale del Premio Internazionale del Documentario e del Reportage Mediterraneo. Il programma e tutte le proiezioni del Concorso

06/06/2008 -  Anonymous User

Si svolgerà a Torino, dal 14 al 20 giugno prossimi, la XIII edizione del Premio Internazionale del Documentario e del Reportage Mediterraneo. La manifestazione si svolgerà presso la sede del Centro di Produzione RAI di via Verdi 31.

Il Premio Internazionale del Documentario e del Reportage Mediterraneo è un concorso internazionale organizzato annualmente dalla RAI, d'intesa con il CMCA, Centro Mediterraneo della Comunicazione Audiovisiva, con sede a Marsiglia (Francia).

Nato nel 1994, il Premio è aperto a tutte le TV e società di produzione, agli autori, registi, giornalisti e documentaristi che, attraverso le loro opere e i loro programmi, affrontano in modo creativo e originale i temi e gli interrogativi che caratterizzano oggi l'area culturale del Mediterraneo, dal Mar Nero all'Atlantico.

L'edizione 2008 si avvale del contributo della Regione Piemonte e della Provincia di Torino, oltre che della collaborazione della Città di Torino, della Film Commission Torino Piemonte, del Museo Nazionale del Cinema, del Cinema Massimo, del King Kong Microplex e del Dams/ Laboratorio Multimediale G. Quazza.

Questa edizione del Premio intende, in particolare, offrire alla città di Torino una proposta culturale di prestigio, con la videoteca on demand, le proiezioni pubbliche, le master class e il dibattito internazionale che esplora le potenzialità dell'era digitale e di Internet.

Cuore di questa edizione del Premio sarà la Videoteca aperta al pubblico ogni giorno per la visione personalizzata e a richiesta di tutti i film in concorso e fuori concorso dell'edizione 2008, insieme ai vincitori delle passate edizioni: 27 postazioni con 54 punti di utenza per circa 150 ore di materiali difficilmente rintracciabili altrimenti. L'idea è quella di offrire una "full immersion" per un'intera settimana nel documentario, in tutte le sue possibili forme e declinazioni.

Nel video on demand, da sabato 14 a venerdì 20 giugno, dalle 10 alle 22 presso il Centro Produzione RAI di Torino di Via Verdi 31, si potranno consultare a piacere :

Film finalisti del concorso internazionale e nazionale;

Film vincitori delle precedenti edizioni dal 2001 al 2007;

Film fuori concorso organizzati in rassegne (in collaborazione con RAI Teche, RAI Cinema, Film Commission Torino Piemonte, e Sardinia International Ethnographic Film):

- Archivi multimediali: i molti modi di raccontare storie accattivanti attingendo al patrimonio e alle memorie audiovisive;

- Documentario e antropologia visuale: una selezioni di documentari etnografici sardi premiati nel mondo, scelti in collaborazione con Festival;

- Spazio al documentario (italiano): una vetrina di opere italiane da scoprire o da riscoprire: dal restauro dei grandi documentari industriali ai film di musica e immagini, dalle storie nate da un tessuto reale ai documentari che tendono verso la fiction.

Nel corso della manifestazione verranno anche organizzate una serie di proiezioni pubbliche, tra cui la rassegna di documentari "Dall'inchiesta TV al cinema della realtà": una selezione di documentari e reportage degli ultimi decenni prodotti dalla RAI e realizzati da grandi firme del giornalismo e della cultura italiana.

Presso il Dams/Laboratorio Multimediale G. Quazza, mercoledì 18 giugno alle 15 e alle 17 e giovedì 19 giugno alle 15 saranno inoltre organizzate tre Master Class (L'arte del Reportage; L'arte del Documentario; L'arte del palinsesto di Documentari) e il dibattito internazionale "Internet, il digitale e le memorie audiovisive del Mediterraneo" (giovedì 19 giugno alle 11.30).

Presso il Cinema Massimo, mercoledì 18 giugno dalle ore 21:00 alle 23.30 avverrà la presentazione dei progetti di documentari sostenuti dal Piemonte Doc Film Fund.

A Palazzo Cisterna, nella Sala dei Consiglieri, venerdì 20 giugno dalle 15 alle 17.30 ci sarà l'incontro con le Associazioni e Comunità Mediterranee della Regione in occasione della proiezione pubblica del film premiato dai registi ASBU (Arab States Broadcasting Union).

Per il quarto anno consecutivo il Premio ospita un corso di formazione al reportage e al documentario, frutto di una ormai consolidata collaborazione tra il CMCA e l'ASBU, destinato ai registi e autori della riva sud del Mediterraneo.

IL CMCA - Il CMCA (Centro Mediterraneo delle Comunicazioni Audiovisiva) e' una organizzazione non-governativa nata nel 1986 che raggruppa i principali organismi delle televisioni, dei produttori e degli operatori audiovisivi dei vari bacini del Mediterraneo . Ha sede a Marsiglia.
Sono membri del CMCA: Algeria (ENTV); Croazia (HRT); Egitto (URTE); Francia (Alif Productions, Cinema du Soleil, CRDP, Films du Soleil, Films du Tambour de Soie, France 3, INA, 13 Production, TV5 Monde); Giordania (JRTV); Grecia (ERT/ET1); Italia (RAI); Marocco (2M); Romania (TVR); Spagna (CANAL SUR, TV 3 Catalunya); Territori Palestinesi (PBC); Tunisia (ERTT); Turchia (TRT). Inoltre le associazioni professionali internazionali: APIMED, EDN, URTI

Per informazioni: PRIXCMCA e CMCA-MED

Vai alla nostra sezione dedicata a I memoriali della seconda guerra mondiale in ex Jugoslavia


I commenti, nel limite del possibile, vengono vagliati dal nostro staff prima di essere resi pubblici. Il tempo necessario per questa operazione può essere variabile. Vai alla nostra policy

Commenti

Log in or create a user account to comment.