13 marzo 2013
Stazione di Topolò, edizione 2011 - foto Obc

Il 24 marzo, Giornata Mondiale per la Lotta alla Tubercolosi, ritorna, ed è la quarta edizione, ToBe Continued. Tutto in live streaming sul sito di "Stazione di Topolò/Postaje Topolove", un  laboratorio culturale del tutto unico che ha come centro delle attività un paesino sui monti italo-sloveni del Friuli Venezia Giulia

Fonte: Stazione di Topolò

Si tratta di un "concerto" dall'aspetto assai originale, della durata di 24 ore (dalle 00.00 del 24 marzo fino alle 24.00 del medesimo giorno), durante le quali diversi musicisti sparsi in vari punti del pianeta si collegheranno a un sito internet (www.stazioneditopolo.it) per trasmettere, dal vivo, veri e propri concerti. Il tutto in un flusso continuo, senza alcuna interruzione, a staffetta. Ogni musicista avrà a disposizione un tempo (con una partenza esatta al secondo) massimo di 30 minuti. Una forte impronta è data dalla musica di ricerca che schiera alcuni dei suoi nomi più prestigiosi (Pauline Oliveros, Eyvind Kang, Yan Jun, Andrey Kireyev e molti altri); ciò che conta è che il flusso non si interrompa mai per 24 ore, ToBe Continued, appunto... 

Data non casuale quella del 24 marzo, da anni Giornata Mondiale per la Lotta alla Tubercolosi. A ideare e coordinare l'operazione sono Antonio Della Marina, musicista esperto di computer music e Moreno Miorelli, direttore artistico di Stazione di Topolò, il tutto sotto l'egida dell'Officina Globale della Salute / Globalna Delavnica Zdravja/ Global Health Incubator, il laboratorio creato nel luglio 2009 proprio a Topolò dal dottor Mario Raviglione, massima autorità mondiale nel campo della lotta alla tubercolosi, per mettere in contatto i mondi della creatività e della scienza. Si collegheranno da diversi Paesi: dalla Cina alla Nuova Zelanda, dalla Corea del Sud all'Iran, dagli USA al Giappone al Cile, dal Messico alle isole Far Oer , e ancora: Canada, Australia, Sud Africa, Libano, Brasile, Venezuela, Turchia, Russia, Armenia e diversi Stati europei per un totale di 39 nazioni. Di fatto, un simbolico giro del mondo in 48 tappe sonore.

L'area orientale d'Europa è fortemente rappresentata con alcuni dei musicisti di punta delle "nuove musiche": Arsenije Jovanovic (Croazia), Tao Sambolec (Slovenia), Plamen Hubenov (Bulgaria), Ilir Lluka (Albania), Christos Sakellaridis (Grecia), Bogdan Dullsky (Transnistria), Vadim Koval (Ucraina), Andrey Kireyev (Russia), Edgar Rubenis (Lettonia), Volkan Incuvez (Turchia), Pawel Pesem (Polonia), Zsolt Sores (Ungheria), Makunouchi Bento (Romania), Vardan Harutyunyan (Armenia).

ToBe Continued, evidente l'acronimo TBC, sarà ascoltabile in ogni parte del mondo, naturalmente ove ci sia internet, semplicemente collegandosi al sito Stazione di Topolò. Quest'anno il progetto include anche dei "punti d'ascolto" dove la musica viene diffusa in diretta: bar, mediateche, centri culturali, gallerie d'arte, negozi, case private, il cui elenco sarà presente sul sito di ascolto. 

La tubercolosi, grazie al programma di controllo messo a punto dall'Organizzazione Mondiale della Sanità nel 1991, ha ridotto la sua mortalità del 40% ma è ancora una delle maggiori cause di decessi al mondo per malattia infettiva (circa 4.000 persone ogni giorno), un problema che interessa anche i paesi cosiddetti "sviluppati". 

Il progetto ToBe Continued ha il patrocinio di StopTB-Partnership è anche parte delle iniziative organizzate il 24 marzo da Stop TB Italia. Il link sarà disponibile anche sui siti web di tutte le sedi Stop TB dell'OMS sparse nel mondo. Il progetto è reso possibile dal sostegno di Lilly MDR-TB Partnership e dalla collaborazione di UNIKUM - Centro Culturale dell'Università di Klagenfurt che ospita fisicamente il quartier generale del progetto.