Uno strumento a servizio dell'agire consapevole.

Perché un Osservatorio sui Balcani?
L'Osservatorio si configura come strumento di supporto all'azione di solidarietà con l'area balcanica, fornendo elementi per leggere e interpretare la realtà del sud-est Europa. Vuole essere inoltre un luogo di stimolo alla riflessione critica sulle azioni intraprese.

Per chi è l'Osservatorio?
Si rivolge a operatori di organizzazioni non governative, rappresentanti di istituzioni, ricercatori, giornalisti, volontari di associazioni e singoli cittadini interessati ad un'area così vicina geograficamente eppure spesso avvertita come distante dal cuore dell'Europa.


Oltre alla sede operativa a Rovereto, l'Osservatorio dispone di un qualificato Comitato Scientifico composto da studiosi e personalità di livello internazionale, di corrispondenti locali da tutte le aree dei Balcani e di ricercatori italiani attivi su specifici temi di approfondimento.

Cosa offre l'Osservatorio?
Attraverso il suo portale web l'Osservatorio offre un'informazione continua e originale sul sud-est Europa. Realizza inoltre analisi e ricerche, cura un database sui progetti in corso nei Balcani, segnala strumenti e appuntamenti utili a chi agisce nella cooperazione, organizza seminari, corsi e momenti di confronto per operatori e ricercatori.

Cosa chiede l'Osservatorio?
L'adesione e la partecipazione attiva delle organizzazioni e delle istituzioni che si riconoscono nell'Osservatorio si misura dallo scambio di informazioni, dalla condivisione dei percorsi di elaborazione e analisi, dal sostegno anche economico attraverso una contribuzione diretta o una progettualità sviluppata in comune.

Chi sostiene l'Osservatorio?
L'Osservatorio ha trovato forte sensibilità e fattivo sostegno in particolare nelle amministrazioni ed enti del Trentino.

Come contattarci?
Le informazioni indispensabili per poterci scrivere, telefonare, leggere...

Torna all'indice